Sindaco di Roma

Dove si fanno quattro chiacchiere rilassate con gli amici.

Re: Sindaco di Roma

Messaggioda ygghur » giovedì 12 gennaio 2017, 9:51

Io mi prendo Churchill, il piú grande statista europeo del XX secolo e persona di sconfinata intelligenza oltre che piena di sorprese (il suo hobby preferito era l'edilizia, si costruí casa da solo, incredibile!)...per caritá, niente paragoni...a me non piace costruire neanche un modellino!
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: Sindaco di Roma

Messaggioda ygghur » mercoledì 25 gennaio 2017, 10:17

Ed infine arrivo! Intendo naturalmente l'avviso di garanzia con mandato di comparizione per la Raggi, con l'accusa previstissima di abuso d'ufficio (per la indebita promozione del fratello di Marra) e quello un po' meno prevedibile ma sacrosanta (e secondo me ancora piú stringente) di falso in atto pubblico, allorché l'incauta dichiaró il falso avocando totalmente a sé la scelta, nella quale invece l'allora potentissimo fratello Marra ebbe un ruolo preminente (altro che "uno dei 23.000 dipendenti comunali!). Adesso anche chi magari non ci credeva capirá che il tempismo sospetto di Grillo aveva un motivo, quando meno di un mese fa sposó "sorprendentemente" la linea garantista (dopo aver fatto leva da sempre sul giacobinismo e aver contribuito alle dimissioni di brave persone neanche inquisite) in previsione di quello che é successo ieri. MI sono giá espresso sul fatto che Grillo e Casaleggio hanno palesemente deciso di difendere il fortino Roma a tutti I costi, almeno fino alle probabili elezioni anticipate che loro pensano di stravincere e quindi instaurare la dittatura a 5 Stelle che hanno in mente da sempre, secondo me I due sono piú furbi che intelligenti e I furbi vincono le battaglie ma raramente le guerre. Intanto vedremo cosa racconterá la sindaco il prossmi 31 gennaio ai magistrati di cui ha, ovviamente, "piena fiducia", cosí come ostenta "serenitá" sull'esito della vicenda, beato chi ci crede. Visti I fatti sarebbe davvero incredibile e squalificante per gli inquirenti se non arrivasse il rinvio a giudizio, le fallositá e le contraddizioni sono talmente evidenti che pare imposibile possa scavallare l'ostacolo, a quell punto neanche Grillo e Casaleggio prensuno avrebbero il coraggio di difenderla ulteriormente ed anzi probabilmente comincerebbe la classica delegittimazione post-factum in puro stile soviet di cui senza dubbio sono capaci, loro che hanno preso tutto il peggio possibile da ogni parte politica. Stiamo sulla riva del fiume...
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: Sindaco di Roma

Messaggioda agente19 » giovedì 26 gennaio 2017, 17:27

Con l'eliminazione del ballottaggio la Corte Costituzionale ha messo la pietra tombale su una possibile vittoria del M5S alle elezioni politiche. Per governare dovranno obbligatoriamente fare una alleanza, ovviamente rimangiandosi tutto quello che avevano promesso dalla loro nascita ad oggi, cosa che però stanno facendo da un pezzo.
Personalmente ero favorevole al ballottaggio per garantire la governabilità al Paese, affidarlo in mano ad un partito senza scuse e senza ostacoli e dopo 5 anni valutarne l'operato ma vista la deriva molto pericolosa che hanno preso direi che il ballottaggio è bene sia stato cancellato.
Agente19
Paolo Lorenzini
Avatar utente
agente19
Mago del forum
 
Messaggi: 4260
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2005, 7:36
Località: Castellina in Chianti

Re: Sindaco di Roma

Messaggioda ygghur » venerdì 27 gennaio 2017, 10:48

Il "vecchio" Italicum, che Renzi pensava di essersi ritagliato addosso, era invece diventato il metodo perfetto per madnare al governo I pazzi irresponsabili grillini, dunque sí, ben venga la sentenza della Consulta che scongiura proprio l'ipotesi piú funesta (e sbagliata anche se ne avesse approfittato il PD o altri). Adesso la cosa migliore sarebbe che il Parlamento trovasse un'intesa per una legge elettorale decente, armonizzata fra I due rami (visto che purtroppo ci troviamo ancora il fardello del Senato) e sufficientemente rappresentativa dell'attuale situazione politica, magari peró anche con un occhio al futuro, quando il M5S sará solo un pessimo ricordo, come, chennesó, il PSIUP o Democrazia Nazionale. Personalmente sarei per un proporzionale a turno unico con soglia di sbarramento molto alta e premio di maggioranza alla coalizione, nel senso che I singoli partiti si presentano individualmente anche per contarsi, ma PRIMA delle elezioni dichiarano con estrema chiarezza con chi faranno coalizione nel dopo, se vogliono prendere il premio di maggioranza, altrimenti le trattative si fanno dopo ed anche se odora di Prima Repubblica, non mi pare che la Seconda abbia proposto sistemi migliori, per cui tanto vale ritornare ai giorni di un futuro passato.
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Precedente

Torna a Il baretto

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron