Addio anche a Greg Lake

Dove si fanno quattro chiacchiere rilassate con gli amici.

Addio anche a Greg Lake

Messaggioda krabigladiator » giovedì 8 dicembre 2016, 14:32

È morto Greg Lake, addio al cuore degli Emerson, Lake and Palmer

Il cantante, bassista, chitarrista, paroliere e anima del gruppo prog rock britannico, si è spento a causa di un cancro. Aveva 69 anni

"Siamo affranti nel dover diffondere questo annuncio di Stewart Young: 'Ieri, 7 dicembre, ho perso il mio migliore amico dopo una lunga e ostinata battaglia contro il cancro. Greg Lake rimarrà eternamente nel mio cuore, dove è sempre stato. La sua famiglia sarà grata a chi rispetterà la propria privacy in questo momento di dolore". Il messaggio è stato scritto dal manager degli Emerson, Lake and Palmer, Stewart Young, per salutare Gregory Stuart 'Greg' Lake, cantante, bassista, chitarrista, paroliere, produttore e molto altro: in poche parole, l'anima di uno dei gruppi prog rock britannici più noti.

L'epopea del progressive perde un altro dei suoi eroi leggendari. Greg Lake aveva 69 anni ed aveva fatto parte della prima formazione dei King Crimson. Poi l'esperienza trionfale con Keith Emerson e Carl Palmer, forse il più celebre e fortunato tra i supergruppi della storia del rock.

Bassista., cantante e produttore, Lake univa tecnica e creatività. Era amico fin da ragazzo di Robert Fripp ed entrò a far parte della prima formazione dei

King Crimson, diventando parte fondamentale del rivoluzionario progetto dello stesso Fripp. Le sue parti vocali e il suo basso contribuirono in maniear sostanziale al successo dell'album In the court of the crimson king, uno dei dischi più innovativi di tutti gli anni 60.
Ma quanto è bella Roma e che culo c’avemo avuto a nasce con i piedi a bagno al Tevere.
Avatar utente
krabigladiator
 
Messaggi: 2280
Iscritto il: mercoledì 13 settembre 2006, 15:47
Località: Krabi

Re: Addio anche a Greg Lake

Messaggioda ygghur » giovedì 8 dicembre 2016, 15:01

Maledetto 2016! Certo é ben diverso venire a sapere della dipartite di un artista che non seguivi da 40 anni rispetto ad uno di cui avevi appena comprato il disco nuovo, peró l'amarezza c'é sempre. Al ritratto di Lake aggiungerei che in realtá lui nasce chitarrista (ma se formi un gruppo con Robert Fripp ti conviene passare al basso, a meno che non ti chiami Adrian Belew), la voce cristallina era comunque il suo forte e su quel capolavoro della musica del '900 che é In the Court la usa in maniera eclettica ed efficace, in pratica aveva giá dato tutto se stesso nel suo primo disco, abbastanza per passare giustamente alla storia del progressive come una delle voci piú belle.
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9231
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone


Torna a Il baretto

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti