Montella e Mazzone

Per gli appassionati di tattica: formule, cifre, schemi. Siamo tutti allenatori!

Moderatore: SpiderMax

Re: Chievo-Roma 1-0

Messaggioda ygghur » giovedì 20 dicembre 2012, 17:07

Dopo questa tua affermazione sulle similaritá fra Aquilani e Giannini, chiudo il caso per manifesta inferioritá, non riesco proprio ad assurgere alle tue vette di incompetenza.[/quote]
Fantastico, ho pensato la stessa cosa sulla battuta che ha dato inizio della questione, poi ho deciso di rispondere, anche se in maniera sarcastica.
A parte che stai spostando il discorso e comunque il senso della "similitudine" è che tra Pizarro e Aquilani, chi potrebbe somigliare a Giannini e molto più il secondo che il primo, ma d'altronde a te basta una partita per capire tutto quindi.
Poi se vuoi dare dell'incompetente a qualcuno almeno non sceglierti uno che ha giocato a calcio per 20 anni.[/quote]

Lo sapevo che alla fine tiravi fuori la tua mirabolante "carriera". Per dirla con una canzone di qualche anno fa "That don't impress me much!", le peggiori castronerie le ho sentite dalla bocca di gente che ha giocato al calcio piú di te e credo ad un livello "leggermente" superiore. Questa di Aquilani che assomiglia a Giannini é veramente da neuro, non posso credere che tu ci capisca davvero cosí poco, ma d'altro canto da un aedo di Enrique e difensore d'ufficio di Angel mi posso aspettare qualsiasi cosa.
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: Montella e Mazzone

Messaggioda ygghur » giovedì 20 dicembre 2012, 17:11

maurix70 ha scritto:
ygghur ha scritto:Vi sapró ridire dopo la partita di Coppitalia, in ogni caso mi pare non giochi in maniera molto diversa dal suo Catania e quindi starei a 3 partite e confermo la "figlianza".


Sei veramente uno spasso: il Catania di Montella giocava con un 4-3-3! Quindi la maniera non molto diversa sarebbe: difesa a 4 invece che a 3, centrocampo a 3 invece che a 5, e 3 punte invece che 2!
Quindi staresti a 3 partite e su 2 non c'hai capito nulla. Ora vediamo se la terza è quella buona.

ygghur ha scritto:Chiaramente mi aspetterei che quanto dico sia un po' interpretato, come sempre per far passare i concetti bisogna un po' esagerare, non é che sono matto e dico che il gioco di Montella é pari pari Mazzone secolo XXI, quello che dico e ribadisco é che il gioco di Montella, lungi dall'essere particolarmente moderno e/o innovativo, si inscrive nel cerchio di una tradizione italiana di gioco semplice, umile, niente a che vedere con gente tipo Zeman o Spalletti, nell'oggi al limite piú vicino ad un Conte, un altro che passa per innovatore senza esserlo neanche alla lontana. Il punto é questo, non sopporto che una persona venga incensata per quello che non é. Montella é in gamba, sa di calcio e di calciatori e col tempo potrá raccogliere molto, ma non si faccia passare la panzana che é un allenatore moderno, qualunque significato si dia alla parola e ancor di piú non si faccia passare che si é inventato qualcosa o che abbia creato una sua idea di calcio autonoma. La cosa buffa é che certe parole, che servono solo a definire una caratteristica, vengono alla fine usate come complimenti o insulti. Personalmente sono all'antica, se dico che uno é moderno non é un complimento in sé, se dico che uno non lo é, non é un insulto mascherato.


Questa parte evidentemente l'ha scritta qualcun'altro.


A parte che il Catania cambiava spesso modulo, comunque il mio parallelismo é soprattutto su una certa concezione base del calcio, infatti anche Mazzone nella sua carriera ha giocato sia con la difesa a 3 che a 4, ma le basi erano le stesse. L'ultima affermazione non l'ho proprio capita, anch'io ho i miei limiti...
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: Chievo-Roma 1-0

Messaggioda maurix70 » giovedì 20 dicembre 2012, 17:46

ygghur ha scritto:
ygghur ha scritto:Dopo questa tua affermazione sulle similaritá fra Aquilani e Giannini, chiudo il caso per manifesta inferioritá, non riesco proprio ad assurgere alle tue vette di incompetenza.
maurix70 ha scritto:Fantastico, ho pensato la stessa cosa sulla battuta che ha dato inizio della questione, poi ho deciso di rispondere, anche se in maniera sarcastica.
A parte che stai spostando il discorso e comunque il senso della "similitudine" è che tra Pizarro e Aquilani, chi potrebbe somigliare a Giannini e molto più il secondo che il primo, ma d'altronde a te basta una partita per capire tutto quindi.
Poi se vuoi dare dell'incompetente a qualcuno almeno non sceglierti uno che ha giocato a calcio per 20 anni.


Lo sapevo che alla fine tiravi fuori la tua mirabolante "carriera". Per dirla con una canzone di qualche anno fa "That don't impress me much!", le peggiori castronerie le ho sentite dalla bocca di gente che ha giocato al calcio piú di te e credo ad un livello "leggermente" superiore. Questa di Aquilani che assomiglia a Giannini é veramente da neuro, non posso credere che tu ci capisca davvero cosí poco, ma d'altro canto da un aedo di Enrique e difensore d'ufficio di Angel mi posso aspettare qualsiasi cosa.

Beh, anche tu hai tirato fuori la tua mirabolante carriera da giocatore di ping pong, a ognuno il suo.
Il fatto che tu abbia sentito le peggiori castronerie da chi ha giocato anche più di me, significa che forse ti sopravvaluti un po' troppo, e magari quello che credi sia una castroneria è qualcosa a cui tu proprio non arrivi. Fossi in te lo ascolterei un po' meglio, magari impari qualcosa.
Poi magari uno di questi tuoi "amici" ti potrà anche spiegare perchè Aquilani veniva soprannominato "Il Principino".
Naturale che le differenze di carriera e soprattutto di epoca li ha portati ad allontanarsi come specificità di ruolo, Aquilani ora è molto più mezz'ala che regista, ma le movenze sono quelle e si vedono (anche dopo una partita sola).
Di sicuro Giannini non era il tipo di regista alla Pizarro, quindi tra i due, Aquilani gli si avvicina di più.
Ma tu sei quello dello 0-0, quindi sapendo di aver detto una cazzata su Mazzone/Montella e stai spostando il discorso.
Avatar utente
maurix70
 
Messaggi: 927
Iscritto il: lunedì 18 luglio 2005, 15:32
Località: Roma

Re: Montella e Mazzone

Messaggioda ygghur » giovedì 20 dicembre 2012, 17:52

Ah ah, divertente quella dello spostare il discorso, ovviamente conosco la tattica ma non la applico mai, io le idee o le ho e le espongo senza sotterfugi, oppure non le ho. Che Aquilani fosse soprannominato Principino (cosa che onestamente sento oggi) fa il paio con Giannini chiamato il "Piccolo Falcao", il che la dice lunga sulle castronerie che troppo spesso si sentono dagli addetti ai lavori e ti confermo che le peggiori le ho sentite da ex-giocatori di serie A e nazionale, deve essere la sindrome di chi é troppo preso da se stesso, una cosa molto simile succede anche nella musica rock, spesso i migliori musicisti sono i peggiori critici.
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: Montella e Mazzone

Messaggioda maurix70 » giovedì 20 dicembre 2012, 17:58

ygghur ha scritto:
maurix70 ha scritto:
ygghur ha scritto:Vi sapró ridire dopo la partita di Coppitalia, in ogni caso mi pare non giochi in maniera molto diversa dal suo Catania e quindi starei a 3 partite e confermo la "figlianza".


Sei veramente uno spasso: il Catania di Montella giocava con un 4-3-3! Quindi la maniera non molto diversa sarebbe: difesa a 4 invece che a 3, centrocampo a 3 invece che a 5, e 3 punte invece che 2!
Quindi staresti a 3 partite e su 2 non c'hai capito nulla. Ora vediamo se la terza è quella buona.

ygghur ha scritto:Chiaramente mi aspetterei che quanto dico sia un po' interpretato, come sempre per far passare i concetti bisogna un po' esagerare, non é che sono matto e dico che il gioco di Montella é pari pari Mazzone secolo XXI, quello che dico e ribadisco é che il gioco di Montella, lungi dall'essere particolarmente moderno e/o innovativo, si inscrive nel cerchio di una tradizione italiana di gioco semplice, umile, niente a che vedere con gente tipo Zeman o Spalletti, nell'oggi al limite piú vicino ad un Conte, un altro che passa per innovatore senza esserlo neanche alla lontana. Il punto é questo, non sopporto che una persona venga incensata per quello che non é. Montella é in gamba, sa di calcio e di calciatori e col tempo potrá raccogliere molto, ma non si faccia passare la panzana che é un allenatore moderno, qualunque significato si dia alla parola e ancor di piú non si faccia passare che si é inventato qualcosa o che abbia creato una sua idea di calcio autonoma. La cosa buffa é che certe parole, che servono solo a definire una caratteristica, vengono alla fine usate come complimenti o insulti. Personalmente sono all'antica, se dico che uno é moderno non é un complimento in sé, se dico che uno non lo é, non é un insulto mascherato.


Questa parte evidentemente l'ha scritta qualcun'altro.



A parte che il Catania cambiava spesso modulo, comunque il mio parallelismo é soprattutto su una certa concezione base del calcio, infatti anche Mazzone nella sua carriera ha giocato sia con la difesa a 3 che a 4, ma le basi erano le stesse. L'ultima affermazione non l'ho proprio capita, anch'io ho i miei limiti...

A parte che il Catania che cambiava spesso modulo (ma anche no) a te non interessa, visto che se va bene l'hai visto 2 volte (una delle quali doppia) ed entrambe ha fatto il 4-3-3.
Ma poi quali sarebbero 'ste basi per il parallelismo, il fatto di giocare in 11 contro 11 correndo appresso ad una palla? Perchè allora siamo tutti paralleli.
L'ultima affermazione, indica una parte del tuo discorso, in cui evidentemente eri rinsavito, oppure come ho detto l'ha scritta qualcun'altro, poichè almeno c'erano delle affermazioni, seppure in parte, condivisibili.
Avatar utente
maurix70
 
Messaggi: 927
Iscritto il: lunedì 18 luglio 2005, 15:32
Località: Roma

Re: Montella e Mazzone

Messaggioda maurix70 » giovedì 20 dicembre 2012, 18:25

ygghur ha scritto:Ah ah, divertente quella dello spostare il discorso, ovviamente conosco la tattica ma non la applico mai, io le idee o le ho e le espongo senza sotterfugi, oppure non le ho. Che Aquilani fosse soprannominato Principino (cosa che onestamente sento oggi) fa il paio con Giannini chiamato il "Piccolo Falcao", il che la dice lunga sulle castronerie che troppo spesso si sentono dagli addetti ai lavori e ti confermo che le peggiori le ho sentite da ex-giocatori di serie A e nazionale, deve essere la sindrome di chi é troppo preso da se stesso, una cosa molto simile succede anche nella musica rock, spesso i migliori musicisti sono i peggiori critici.

Dubito che sia un soprannome datogli da un addetto ai lavori, più probabile sia stato qualche giornalista.
Giannini "Piccolo Falcao" la sento ora, che io ricordi è sempre stato chiamato "Il principe", anche se ovviamente il riferimento era quello, visto che Falcao era "l'ottavo Re di Roma".
Sulla critica, in fondo hai ragione, meglio un giudizio di un ciabattino per la musica e di un giocatore di ping-pong per il calcio.
Avatar utente
maurix70
 
Messaggi: 927
Iscritto il: lunedì 18 luglio 2005, 15:32
Località: Roma

Re: Montella e Mazzone

Messaggioda stargazer » giovedì 20 dicembre 2012, 23:38

La discussione sta degenerando senza progredire, quindi chiudo.
Per aspera ad astra
Avatar utente
stargazer
Amministratore
 
Messaggi: 7241
Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2004, 13:22
Località: Firenze

Precedente

Torna a L'angolo tattico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite