La tattica di Spalletti

Per gli appassionati di tattica: formule, cifre, schemi. Siamo tutti allenatori!

Moderatore: SpiderMax

La tattica di Spalletti

Messaggioda ygghur » venerdì 28 settembre 2012, 14:17

maurix70 ha scritto:
ygghur ha scritto:A proposito dell'anno scorso (avoja non volerne parlare, non ci si riesce!), ma vogliamo parlare delle macerie che ha trovato Zeman? Qui é successa una cosa un po' paradossale e molto "romanista": il solo arrivo di Zeman ha portato entusiasmo istantaneo e ha fatto fare una specie di reset mentale (non a tutti...) rispetto agli orrori dell'anno scorso, orrori che invece ancora zavorrano il nuovo corso, infatti a me sembra che ci sia ancora confusione fra le due opposte visioni del calcio offensivo. Quanto ci vorrá? Personalmente come sempre aspettero almeno un terzo di campionato per fare una prima valutazione, quello che é sicuro é che, divertimento a parte, solo la corretta esecuzione degli schemi zemaniani potrá portare anche a quella maggiore forza che speriamo di vedere, la minestra quest'anno non é nel menú...


Se proprio dobbiamo parlare di macerie, non si può certo sottacere che la ferita meno rimarginata (e al momento meno rimarginabile) l'ha lasciata Spalletti con quel modulo tanto "caro" a noi tutti.
Modulo e modalità di gioco che i calciatori avevano imparato a memoria, talmente tanto da diventare "il modulo", da seguire sempre e comunque.
Spalletti lo aveva capito ed aveva richiesto un rinnovamento della squadra, ha provato a cambiare, col risultato di un ammutinamento e la prima gestione anarchica (a proposito, andatevi a vedere lo Zenit come gioca, scoprirete che il "modulo" non lo fa).
Il concetto è che da troppi anni, ci sono macerie accumulate, le ha trovate Zeman, come le ha trovate Luis Enrique, come Montella o Ranieri e andando indietro fino allo stesso Spalletti.
Spero vivamente che Zeman riesca a farsi seguire tout-court, come invece non è successo a LE, perchè significherebbe che la squadra si sarà finalmente liberata dei "fantasmi".


Ovviamente il tuo discorso é sensato, peró non dobbiamo scordare che la squadra "maceriata" del dopo-Spalletti ha quasi vinto uno scudetto, segno che le sue "macerie" nascondevano cose di valore, mentre purtroppo i due anni di mediocritá e sotto-mediocritá seguiti al secondo posto di Ranieri, hanno lasciato "vere" macerie, macerie che purtroppo i tifosi piú ingenui pensavano fossero state spazzate dal solo arrivo sciamanico di Zeman e di qualche giocatore di buon livello. Quanto al fatto che lo Zenit non faccia il 4-2-3-1, primo ti ringrazio dell'informazione perché me lo chiedevo da due anni, poi ti ripeto un concetto che all'epoca credo di avere espresso una qualche volta di troppo (specialmente per rintuzzare i fanatici del famigerato "centravanti di peso": Zeman gioca da sempre con il 4-3-3, al massimo lo adatta un pochino alle caratteristiche dei calciatori che ha; Ranieri (ad esempio) cambia continuamente perché non ha una sua idea ed ama la minestra; Spalletti é invece un tecnico di grande spessore che sa variare modulo in assoluto, ma quando ne trova uno che funziona non lo cambia se non strettamente necessario, dunque non avendo evidentemente Totti né un suo sosia allo Zenit, avrá studiato per trovare un altro modulo e deve anche avere studiato bene (sará pure facile vincere in Russia, ma vince comunque una sola squadra ogni anno).
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9222
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: Roma - Sampdoria 1-1

Messaggioda maurix70 » venerdì 28 settembre 2012, 16:39

ygghur ha scritto:Ovviamente il tuo discorso é sensato, peró non dobbiamo scordare che la squadra "maceriata" del dopo-Spalletti ha quasi vinto uno scudetto, segno che le sue "macerie" nascondevano cose di valore, mentre purtroppo i due anni di mediocritá e sotto-mediocritá seguiti al secondo posto di Ranieri, hanno lasciato "vere" macerie, macerie che purtroppo i tifosi piú ingenui pensavano fossero state spazzate dal solo arrivo sciamanico di Zeman e di qualche giocatore di buon livello.

Questo è vero, ed è indubbiamente la parte che appare poco chiara nel ragionamento; ed a cui non so dare una spiegazione precisa, ma solo una serie di supposizioni.
Il cambio di allenatore in corsa, il passaggio da un "tecnico" come Spalletti ad un motivatore/minestraro come Ranieri, il profilo basso tenuto per tutta la stagione, il canto del cigno del gruppo dei vecchi, ed una serie di combinazioni "astrali" (compresi i 14 recuperati all'Inter, cosa più unica che rara per quei tempi).
ygghur ha scritto:Quanto al fatto che lo Zenit non faccia il 4-2-3-1, primo ti ringrazio dell'informazione perché me lo chiedevo da due anni, poi ti ripeto un concetto che all'epoca credo di avere espresso una qualche volta di troppo (specialmente per rintuzzare i fanatici del famigerato "centravanti di peso": Zeman gioca da sempre con il 4-3-3, al massimo lo adatta un pochino alle caratteristiche dei calciatori che ha; Ranieri (ad esempio) cambia continuamente perché non ha una sua idea ed ama la minestra; Spalletti é invece un tecnico di grande spessore che sa variare modulo in assoluto, ma quando ne trova uno che funziona non lo cambia se non strettamente necessario, dunque non avendo evidentemente Totti né un suo sosia allo Zenit, avrá studiato per trovare un altro modulo e deve anche avere studiato bene (sará pure facile vincere in Russia, ma vince comunque una sola squadra ogni anno).

Il problema di quel modulo è che è calzato talmente bene ad alcuni dei suoi interpreti, che non riescono più scrollarsene di dosso i movimenti tipici e gli spazi da occupare.
Nello Zenit, inizialmente ha fatto il 4-3-3 (che comuque era il suo modulo all'Udinese), ora con l'arrivo di Hulk sta provando una specie di 4-4-2 non proprio standard (con le ali asimmetriche), ogni tanto prova anche la difesa a 3.
Avatar utente
maurix70
 
Messaggi: 927
Iscritto il: lunedì 18 luglio 2005, 15:32
Località: Roma

Re: Roma - Sampdoria 1-1

Messaggioda ygghur » venerdì 28 settembre 2012, 17:10

maurix70 ha scritto:Il problema di quel modulo è che è calzato talmente bene ad alcuni dei suoi interpreti, che non riescono più scrollarsene di dosso i movimenti tipici e gli spazi da occupare.
Nello Zenit, inizialmente ha fatto il 4-3-3 (che comuque era il suo modulo all'Udinese), ora con l'arrivo di Hulk sta provando una specie di 4-4-2 non proprio standard (con le ali asimmetriche), ogni tanto prova anche la difesa a 3.


Se ricordo bene all'Udinese il modulo di Spalletti era 3-4-3 come all'Empoli. A dire la veritá credo che in Italia il 4-3-3 non lo abbia mai fatto, in ogni caso uno preparato come lui conosce tutti i moduli "normali" e alla bisogna puó applicare quello piú adatto (il 4-2-3-1 non era strano in sé, era "strano" perché era, come Lucio amava dire, 4-2-3-0, nel senso che Totti faceva il finto centravanti e gli avevrsari il piú delle volte non ci capivano un acca). Non sapevo che lo Zenit avesse preso Hulk, bell'acquisto! Se per caso dalle mie parole sembra trapelare una certa nostalgia, beh, Zeman mi scuserá, ma Lucio é Lucio!
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9222
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: Roma - Sampdoria 1-1

Messaggioda maurix70 » venerdì 28 settembre 2012, 17:35

ygghur ha scritto:Se ricordo bene all'Udinese il modulo di Spalletti era 3-4-3 come all'Empoli. A dire la veritá credo che in Italia il 4-3-3 non lo abbia mai fatto[...]

Ricordavo Pizarro centrale, quindi centrocampo a 3 o 5.
Avatar utente
maurix70
 
Messaggi: 927
Iscritto il: lunedì 18 luglio 2005, 15:32
Località: Roma

Re: Roma - Sampdoria 1-1

Messaggioda ygghur » venerdì 28 settembre 2012, 17:45

maurix70 ha scritto:
ygghur ha scritto:Se ricordo bene all'Udinese il modulo di Spalletti era 3-4-3 come all'Empoli. A dire la veritá credo che in Italia il 4-3-3 non lo abbia mai fatto[...]

Ricordavo Pizarro centrale, quindi centrocampo a 3 o 5.


Pizarro centrale come nella Roma, il centrocampo del 4-2-3-1 assomiglia a quello del 3-4-3, due mediani di cui uno piú costruttore ed uno piú "mediano". Il secondo ruolo nella Roma ovviamente lo svolgeva De Rossi, nell'Udinese proprio non ricordo, la certezza assoluta era sulla difesa a 3, ma sono ragionevolmente sicuro anche sul centrocampo non a 5, magari dovremmo chiederlo a un tifoso dell'Udinese!
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9222
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: Roma - Sampdoria 1-1

Messaggioda maurix70 » venerdì 28 settembre 2012, 17:57

ygghur ha scritto:
maurix70 ha scritto:
ygghur ha scritto:Se ricordo bene all'Udinese il modulo di Spalletti era 3-4-3 come all'Empoli. A dire la veritá credo che in Italia il 4-3-3 non lo abbia mai fatto[...]

Ricordavo Pizarro centrale, quindi centrocampo a 3 o 5.


Pizarro centrale come nella Roma, il centrocampo del 4-2-3-1 assomiglia a quello del 3-4-3, due mediani di cui uno piú costruttore ed uno piú "mediano". Il secondo ruolo nella Roma ovviamente lo svolgeva De Rossi, nell'Udinese proprio non ricordo, la certezza assoluta era sulla difesa a 3, ma sono ragionevolmente sicuro anche sul centrocampo non a 5, magari dovremmo chiederlo a un tifoso dell'Udinese!

In rete, da un archivio di Repubblica ho trovato questo:

ROMA-UDINESE 0-3

ROMA (4-4-2): Pelizzoli; Sartor, Ferrari, Mexes, Cufrè (30'st De Martino); Aquilani (1'st Mido), Perrotta, De Rossi, Mancini (22'st Scurto); Totti, Montella.
In panchina: Curci, Corvia, D'Agostino, Briotti.
Allenatore: Del Neri.

UDINESE (3-5-2): De Sanctis; Bertotto, Sensini, Kroldrup; Mauri, Pinzi (39'st Pazienza), Pizarro, Muntari (18'st Belleri), Jankulovski; Iaquinta, Di Michele (30'st Di Natale). In panchina: Handanovic, Cribari, Fava, Pieri. Allenatore: Spalletti.

P.S: Mi sa chi siamo decisamente OT, quindi finiamola qui prima che ci scoprano :D
Avatar utente
maurix70
 
Messaggi: 927
Iscritto il: lunedì 18 luglio 2005, 15:32
Località: Roma

Re: Roma - Sampdoria 1-1

Messaggioda ygghur » venerdì 28 settembre 2012, 19:20

Ammazza che Roma! Non mi sorprende il risultato finale! Evidentemente Lucio alternava 3-5-2 e 3-4-3, la costante era la difesa a 3. Ma cos'era Briotti?
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9222
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: Roma - Sampdoria 1-1

Messaggioda maurix70 » venerdì 28 settembre 2012, 19:48

La stagione era quella dei 4/5 allenatori. Briotti non ricordavo esistesse.
Mi sa che anche i centrocampo a 5 era costante, stavo vedendo la rosa che avevano, non mi sembra ci fossero attaccanti per giocare a 3, almeno in quella stagione.
Quella partita la ricordo molto bene, l'Udinese (al netto delle nostre possibilità) mi fece una grande impressione, quello 0-3 gli stava pure stretto.
Possiamo chiedere a Star di spostare quest'ultima parte nell'angolo tattico, magari troviamo qualche altra "chicca".
Avatar utente
maurix70
 
Messaggi: 927
Iscritto il: lunedì 18 luglio 2005, 15:32
Località: Roma

Re: La tattica di Spalletti

Messaggioda ygghur » venerdì 28 settembre 2012, 20:34

Leggevo poco fa un articoletto dove evidenziavano la continuitá della difesa a 3 nella storia recente dell'Udinese, da Zac a Lucio a Guidolin. Sul reato della squadra, facile ricordare il 3-4-3 purissimo di Zac (chissá cosa successe poi a questo bravo allenatore), probabilmente Spalletti passó dal 3-4-3 al 3-5-2 o li alternó, Guidolin ha sposato il 3-5-2 (se non il 3-5-1-1).
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9222
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: La tattica di Spalletti

Messaggioda maurix70 » venerdì 28 settembre 2012, 23:39

Ho trovato un po' di moduli che Lucio sta utilizzando nello Zenit ed evidentemente, come giustamente sottolineavi, oltre all'ovvia mancanza di un centravanti atipico (o finto), gli manca, altrettanto ovviamente un trequartista con le caratteristiche di inserimento di Perrotta. Fermo restando la difesa a 4, tiene per base il centrocampo a 5 abbassando o alzando gli esterni. Con Hulk utilizza una specie di 4-4-2 con una disposizione in campo particolare, 2 punte centrali relativamente vicine un laterale alto e l'altro piu' basso, insomma quasi un 4-3-3 ma molto asimmetrico. In realta' mi sa che in Russia questo modulo e' il piu' redditizio visto che anche Hiddink lo sta facendo: 5 a centrocampo con laterali alti o bassi a seconda delle esigenze.
Avatar utente
maurix70
 
Messaggi: 927
Iscritto il: lunedì 18 luglio 2005, 15:32
Località: Roma

Re: La tattica di Spalletti

Messaggioda ygghur » domenica 30 settembre 2012, 16:42

Beh, infoltire il centrocampo fa campare gli allenatori piú a lungo...ma non diciamolo a Zeman che non ha paura del tempo che avanza! Un po' mi dispiace sapere che anche a Lucio piace la minestra, ma certo questa duttilitá gli tornerá utile il giorno che deciderá di tornare in Italia.
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9222
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: La tattica di Spalletti

Messaggioda maurix70 » lunedì 1 ottobre 2012, 14:33

Questo è un link (http://rus.rfpl.org/index.php/main/content/mc/8582) ad un tool molto simpatico che fa parte del sito ufficiale della Russian Premier League.
C'è una sorta di autoaggiornamento tattico a visualizzazione grafica, sui vari momenti della partita.
P.S.: per prima cosa conviene selezionare la bandierina italiana in alto a destra, perchè in cirillico diventa difficile capire.
Avatar utente
maurix70
 
Messaggi: 927
Iscritto il: lunedì 18 luglio 2005, 15:32
Località: Roma


Torna a L'angolo tattico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron