Squadra molto strana [LONGHETTO]

Per gli appassionati di tattica: formule, cifre, schemi. Siamo tutti allenatori!

Moderatore: SpiderMax

Squadra molto strana [LONGHETTO]

Messaggioda Oth... » lunedì 19 dicembre 2005, 19:28

Ave Imperiali Tutti
Ho letto con attenzione tutte le vostre considerazioni e aggiungo alcuni miei punti di vista su una squadra che è poco definire "strana".
All'atto puramente pratico e statistico Carlo ha ragione: abbiamo due punti in meno rispetto all'anno scorso ma siamo ancora nella colonna di sinistra perché, come dice Ygghur, dietro se le stanno dando di santa ragione livellando verso il basso la quota salvezza. Le vittorie di Treviso e Cagliari, i pareggi di Siena, Empoli e Parma e la sconfitta dell'Udinese hanno compattato la colonna di destra che probabilmente si scannerà senza soluzione di continuità fino alla fine del campionato.
In questo contesto la Roma è, mai come quest'anno, non-identificabile. O meglio le ragioni dei crolli a seguito di prestazioni incoraggianti hanno fatto sprecare fiumi di inchiostro e spremere soprattutto le nostre meningi.
Condizione Atletica?
Dopo Roma-Siena e Roma-Palermo (intervallate tra loro di qualche mese) tutti dierebbero di si. E i sintomi sono evidenti: manovra lenta, poca lucidità nei passaggi soprattutto con la difesa in salita, e squadra che si allunga paurosamente. E invece a far tacere tutto o quasi ecco Inter-Roma, Samp-Roma e ci metto anche Lecce-Roma.
Le assenze?
Beh, contro i Gobbi in casa non avevamo la colonna falcidiata come ieri a Genova eppure...
Questa è una squadra, concepita, se mi passate il termine, a "sviluppo verticale". E' una squadra che se non può verticalizzare e andare in profondità soffre drammaticamente. Al contrario se riesce a far inserire tutte le mezzepunte di qualità che ha dietro ai difensori avversari, facciamo male sul serio. Le tre mezzepunte infatti che dovrebbero stare dietro un unica punta, quando hanno trovato la possibilità di trovarsi tra le linee di difesa e mediana dei dirimpettai, hanno dimostrato di saper dialogare con efficacia. Ecco perché Perrotta è uno dei massimi interpreti quest'anno, soprattutto fuoricasa dove è sempre molto pericoloso con gli inserimenti e invece in casa boccheggia sempre l'ultimo quarto d'ora perché percorre molta più strada in uno scacchiere che stenta a sviluppare in "orizzontale" il gioco. L'esempio più evidente secondo me è stata la partita di Empoli (unica sconfitta in trasferta in campionato) dove probabilmente avremmo avuto anche là il tempo di ritrovarci come al solito in trasferta, ed invece è arrivata la variabile impazzita di un espulsione di un difensore dell'Empoli nel primo tempo che ci ha "costretto" a fare la partita; cosa di cui siamo letteralmente incapaci quest'anno. Tutto questo tralasciando gli episodi che comunque ci sono stati soprattutto sfavorevoli. I due pali di ieri sera, i tre di Lecce senza dimenticare le tonnellate di palle gol create a Milano prima di finire avanti 2-0 il primo tempo con l'Inter.
Secondo me c'è da preoccuparsi in casa perché abbiamo un vero e proprio blocco mentale, laddove la squadra, in trasferta, è vero che patisce anche delle clamorose amnesie come l'inizio di secondo tempo di Lecce, ma è anche vero che fuori casa dà sempre l'impressione, anche a Belgrado e Napoli, di essere più spigliata, smaliziata, serena e tranquilla.
Attendo ansioso vostre repliche

Oth...
Il rigore a cucchiaio l'ha inventato Panenka... E basta!

"C'hai na' faccia..", "Se ce ne avevo due stavo all'università... sotto spirito!"
Avatar utente
Oth...
 
Messaggi: 39
Iscritto il: giovedì 19 maggio 2005, 0:13
Località: Roma

Messaggioda thedice » lunedì 19 dicembre 2005, 20:16

il fatto è anche che la roma tende ad essere squadra "femmina" come diceva la gialappas credo...ossia squadra che tende molto a ripartire come le squadrette de provincia e non è tesa ad imporre il proprio gioco (?)

Per questo in casa fatica molto di piu' davanti a un pubblico che chiedrebbe (giustamente) di fare quacosa di piu' che loro non sono in grado di dare per indole tattica ma soprattutto IMHO per mancanza di attributi
The Dice
Immagine
Avatar utente
thedice
Mago del Forum 2013/14
 
Messaggi: 4165
Iscritto il: mercoledì 13 luglio 2005, 11:10
Località: Ostia Lido

Messaggioda ygghur » lunedì 19 dicembre 2005, 20:41

Altro che indefinibile, inafferrabile! Come ho scritto altrove, esiste una sintesi glaciale ed impietosa della Roma di quest'anno: il risultato di 1-1. Non che sia arrivato in tutte le partite o che sia necessariamente quello piú frequente (neanche mi interessa fare ricerche), piú che altro é il risultato "mentale" ideale (!!!???) che si immagina vedendola giocare, specialmente, ovvio, con le squadre pari o presunte inferiori. Speriamo che si compia un passo avanti nella scala evolutiva e si passi ad una squadra da 2-1...
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9303
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Messaggioda Pablo » martedì 20 dicembre 2005, 0:12

Analisi molto attenta e condivisibile
io, però, da non-vittimista, aggiungerei quest'anno pure ben 5 rigori netti non assegnati nelle seguenti partite
Livorno-roma 00
Roma-siena 2-3 (sul 2-2)
roma fiorentina 1-1
lecce roma 2-2
samp- roma 1-1 (trattenuta su de rossi sullo 0-1)
mettiamoci anche che il rigore datoci a favore contro l'inter non c'era (anche se dopo 40" ce ne era uno su De rossi "compensato dall'arbitro sullo 0-2, poi chi va a pensare che adriano fa un supergol e Doni una superpapera e riaprono una partita morta?)
dicimamo che potevamo avere 9 punti in più. E a quel punto nessuno avrebbe parlato di "puntiamo alla salvezza" che è cosa saggia, ma francamente un po' esagerata
Io ritengo che si possa arrivare ancora a 60 punti o poco sotto
infondo montella deve ancora iniziare a giocare
piccola nota per Dice: la dizione di squadra femmina non risale alla Gialappa ma a Gianni Brera. probabilmente hanno copiato :o
Pablo
 
Messaggi: 2092
Iscritto il: mercoledì 13 luglio 2005, 19:57
Località: Garageland

Messaggioda thedice » martedì 20 dicembre 2005, 13:15

Pablo ha scritto:piccola nota per Dice: la dizione di squadra femmina non risale alla Gialappa ma a Gianni Brera. probabilmente hanno copiato :o


Ah ecco...cmq sono troppo giovane per ricordarmi di Brera...me stava pure antipatico quindi manco lo stavo a sentì... :P
The Dice
Immagine
Avatar utente
thedice
Mago del Forum 2013/14
 
Messaggi: 4165
Iscritto il: mercoledì 13 luglio 2005, 11:10
Località: Ostia Lido

Messaggioda stargazer » martedì 20 dicembre 2005, 18:52

Pablo ha scritto:piccola nota per Dice: la dizione di squadra femmina non risale alla Gialappa ma a Gianni Brera. probabilmente hanno copiato :o


E squadra femmina non è la definizione giusta per un squadra che secondo me andrebbe piuttosto definita molle. Le "femmine" sono toste ragazzi! Forse Brera non ci aveva mai avuto a che fare, o più semplicemente era quel cazzaro nordista che sappiamo.
Per aspera ad astra
Avatar utente
stargazer
Amministratore
 
Messaggi: 7245
Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2004, 13:22
Località: Firenze

Messaggioda maxcurato » martedì 20 dicembre 2005, 19:25

stargazer ha scritto:
Pablo ha scritto:piccola nota per Dice: la dizione di squadra femmina non risale alla Gialappa ma a Gianni Brera. probabilmente hanno copiato :o


E squadra femmina non è la definizione giusta per un squadra che secondo me andrebbe piuttosto definita molle. Le "femmine" sono toste ragazzi! Forse Brera non ci aveva mai avuto a che fare, o più semplicemente era quel cazzaro nordista che sappiamo.


O forse apparteneva all'epoca in cui le donne erano solo ed esclusivamente delle schiave da tenere in casa a fare i servizi.
Si Si sicuramente lui la pensava ancora così.
Solo la MAGICA.
Avatar utente
maxcurato
 
Messaggi: 688
Iscritto il: lunedì 18 luglio 2005, 11:41
Località: Catania


Torna a L'angolo tattico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron