4-3-1-2?

Per gli appassionati di tattica: formule, cifre, schemi. Siamo tutti allenatori!

Moderatore: SpiderMax

4-3-1-2?

Messaggioda ygghur » martedì 9 novembre 2010, 21:25

Incrociamo le dita, ma forse dopo fallimenti vari, eccessivi timori, tentativi estemporanei e dichiarazioni di prammatica, della serie "i numeretti interessano solo a voi giornalisti", il buon Claudio dovrebbe aver trovato il modulo base della Roma 2010/11. Non facciamoci infinocchiare dagli allenatori quando parlano di duttilitá tattica e spergiurano che in mente loro non esiste un modulo base, la veritá é che tutti hanno bisogno di una bussola e qualsiasi squadra positiva ha un modulo base che i giocatori recepiscono e capiscono ed interpretano anche quando l'allenatore apparentemente ne altera i fondamenti. La Roma spallettiana notoriamente applicava il 4-2-3-1 e "pensava" 4-2-3-1 anche quando Lucio (non spesso...) provava a cambiare qualcosa. Ranieri, si sa, amerebbe sempre fare il 4-4-2 con un'ala tornante vera, una finta ala, un centravanti-centravanti ed una seconda punta che puó essere anche un trequartista molto offensivo. Il buon Claudio, prima dell'arrivo di Borriello, si era "rassegnato" ad applicare, seppur a modo suo, il modulo caro al suo predecessore, soprattutto perché ancora gradito ai giocatori e quindi da essi interpretato con facilitá. Poi succede che qualcuno decide di "reagalargli" Borriello e lui da una parte ringrazia e dall'altra probabilmente smadonna in romanesco (ultimamente ci ha dimostrato di non aver dimenticato l'idioma giovanile...), magari pensando al fatto di aver lasciato partire due fra i pochi esterni che aveva o a come si era spremuto il cervello per trovare la quadratura del cerchio. Segue periodo di assoluta confusione tattica e l'attesa quasi messianica di quella pasta d'uomo di Rodrigo Taddei, sedicente salvatore della Patria in quanto unico esterno di ruolo in tutta la rosa. Ma il diavolo ci mette la coda e Taddei regge solo due partite, costringendo nuovamente Ranieri a rinunciare al suo modulo preferito, non senza averlo provato nella sua versione piú brutta, quella addirittura senza esterni. Le ultime uscite fanno pensare, ma farei meglio a dire sperare, che la quadratura sia stata trovata nella veste di un 4-3-1-2 che é chiaramente, in maniera lampante, il modulo con cui si puó sfruttare meglio la rosa a disposizione, l'alto numero di centrocampisti non esterni fa sí che metterne in campo 3 non crei alcun problema (tanto piú adesso che anche Greco é ufficialmente un quasi-titolare) e la presenza di ben 4 centravanti rende quasi inevitabile giocare con 2 punte (tanto piú allargando il senso del termine). Personalmente preferirei "pensare" un 4-3-2-1, ma sono finezze. Quello che conta é che Ranieri si sia convinto definitivamente che questa squadra deve SEMPRE giocare con 3 giocatori d'attacco e che gli esterni se non ce li hai non te li puoi inventare, poi una volta stabilito il modulo base, mai o quasi fare variazioni che non fanno che confondere le idee alla squadra (grazie Reja, a proposito!), piuttosto utilizzare l'ottima e varia rosa per modificare l'interpretazione della partita senza cambiare l'impianto base. In sostanza: giammai tornare al 4-4-2 con, poniamo, Perrotta e Vucinic esterni, bene invece, ad esempio, mettere greco a fare il trequartista al posto di Menez, stessa posizione e compiti, nessun cambiamento per gli altri 9 giocatori, ma ovviamente caratteristiche molto diverse fra i due che determinano quella varietá di cui non si puó fare a meno. Chiaro che negli ultimi 10' di una partita qualsiasi cosa é ammissibile, dalla difesa a 5 alle 4 punte, ma devono essere eccezioni dettate dalla contingenza. Basta poco, che ce vó?
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Messaggioda carlomatt » mercoledì 10 novembre 2010, 11:35

L'unica differenza che io vedo in queste ultime partite è che i giocatori corrono, fino alla fine della partita, che la squadra è più corta e quindi è più facile aiutarsi e correre con maggior profitto. Poi, ovviamente ci sono giocatori come Simplicio e Greco che possono diventare decisivi (vedi il primo contro la lazzie ed il secondo a Basilea) ed a questo punto si può aspettare tranquillamente la guarigione di Pizarro. E poi ancora, sta arrivando l'inverno e quindi anche Vucinic sta tornando ad essere un calciatore, Riise sta ritrovando la forma e la testa e via via tutti gli altri. A questo punto manca solo un gol di Adriano con la Fiorentina.
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 14968
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Messaggioda ygghur » mercoledì 10 novembre 2010, 12:24

carlomatt ha scritto:L'unica differenza che io vedo in queste ultime partite è che i giocatori corrono, fino alla fine della partita, che la squadra è più corta e quindi è più facile aiutarsi e correre con maggior profitto. Poi, ovviamente ci sono giocatori come Simplicio e Greco che possono diventare decisivi (vedi il primo contro la lazzie ed il secondo a Basilea) ed a questo punto si può aspettare tranquillamente la guarigione di Pizarro. E poi ancora, sta arrivando l'inverno e quindi anche Vucinic sta tornando ad essere un calciatore, Riise sta ritrovando la forma e la testa e via via tutti gli altri. A questo punto manca solo un gol di Adriano con la Fiorentina.


Tutto vero sulla corsa, ma non dirmi che non hai notato la posizione di De Rossi davanti alla difesa (a tratti addirittura dietro), il centrocampo VERAMENTE a 3, Vucinic non schierato da esterno, Riise e Cassetti piú bloccati del solito. Tutti elementi che si spiegano con un cambiamento tattico. Il dubbio é se durerá e stasera si capirá molto, i giornali danno tutti la formazione piú scontata, che come uomini vede davanti Borriello, Totti e Vucinic (in ordine alfabetico) e come disposizione ipotizzano il 4-4-2 con Mirko esterno e Perrotta finto-esterno: io spero che invece si continui con il 4-3-1-2 con Totti nel vecchio ruolo, anche se con questi uomini il meglio sarebbe íl 4-3-2-1, diciamo che ció che mi auguro di piú é di continuare a vedere un centrocampo a 3 lineare.
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Messaggioda thedice » mercoledì 10 novembre 2010, 12:34

ygghur ha scritto:Tutto vero sulla corsa, ma non dirmi che non hai notato la posizione di De Rossi davanti alla difesa (a tratti addirittura dietro), il centrocampo VERAMENTE a 3, Vucinic non schierato da esterno, Riise e Cassetti piú bloccati del solito. Tutti elementi che si spiegano con un cambiamento tattico. Il dubbio é se durerá e stasera si capirá molto, i giornali danno tutti la formazione piú scontata, che come uomini vede davanti Borriello, Totti e Vucinic (in ordine alfabetico) e come disposizione ipotizzano il 4-4-2 con Mirko esterno e Perrotta finto-esterno: io spero che invece si continui con il 4-3-1-2 con Totti nel vecchio ruolo, anche se con questi uomini il meglio sarebbe íl 4-3-2-1, diciamo che ció che mi auguro di piú é di continuare a vedere un centrocampo a 3 lineare.


il cambio tattico vero c'è stato quando ha spostato menez dopo 20 minuti col basilea dietro le due punte libero di fare quello che vuole, con un centrocampo finalmente a 3...

secondo me con menez è meglio 2 punte fisse, senza menez preferisco 4-3-2-1, l'importante cmq con questi uomini è nn vedere piu' 4 a centrocampo in linea, al massimo va bene il rombo, col vertice alto che diventa il trequartista e ddr vertice basso che diventa anche quinto dietro quando serve
The Dice
Immagine
Avatar utente
thedice
Mago del Forum 2013/14
 
Messaggi: 4126
Iscritto il: mercoledì 13 luglio 2005, 11:10
Località: Ostia Lido

Messaggioda fedro_on_the_moon » mercoledì 10 novembre 2010, 12:56

Non mi pare che Ranieri abbia optato per il 4-2-3-1 durante la prestagione. La prima partita ufficiale, l'unica senza Marco Borriello mi pare, la Roma si e` schierata con un centrocampo a tre, Vucinic e Menez larghi sulle fascie e Totti a fare il Totti. L'arrivo di Borriello non ha generato confusione ma ha coinciso con un periodo di confusione della squadra e dell'allenatore. Quando Ranieri diceva che la Roma non era in condizione per giocare con tra attaccanti forse aveva ragione e l'aver provato il 4-4-2 a iosa forse e` stato un modo per limitare i danni. Tornata la condizione mentale prima che fisica, sia dei giocatori e sia dell'allenatore, la Roma sta giocando come e` naturale che giochi.


Un lieve polemica su Spalletti.Se escludi il girone di andata del primo anno, ma quando mai Spalletti ha provato a cambiare modulo? Questo e` una delle due cose piu` grosse che rimprovero al buon Lucio. L'ultimo anno (senza contare le due partite dello scorso campionato) i giocatori lo hanno quasi boicottato per giocare col 4-3-1-2. Quello che avevano ben impresso in testa erano i movimenti, le incursioni e giocare col centravanti finto.

Per rispondere a Carlo: i giocatori adesso corrono perche` sanno cosa fare. Cerci, Guberti e Andreolli hanno sempre corso con le loro squadre pur avendo fatto la preparazione con la Roma.
roma - brasile 1, roma - resto del mondo 1, lazio - merda x"... (Lorenzo)
Avatar utente
fedro_on_the_moon
 
Messaggi: 5052
Iscritto il: mercoledì 18 maggio 2005, 18:49
Località: Cambridge, UK

Messaggioda ygghur » mercoledì 10 novembre 2010, 13:51

thedice ha scritto:
ygghur ha scritto:Tutto vero sulla corsa, ma non dirmi che non hai notato la posizione di De Rossi davanti alla difesa (a tratti addirittura dietro), il centrocampo VERAMENTE a 3, Vucinic non schierato da esterno, Riise e Cassetti piú bloccati del solito. Tutti elementi che si spiegano con un cambiamento tattico. Il dubbio é se durerá e stasera si capirá molto, i giornali danno tutti la formazione piú scontata, che come uomini vede davanti Borriello, Totti e Vucinic (in ordine alfabetico) e come disposizione ipotizzano il 4-4-2 con Mirko esterno e Perrotta finto-esterno: io spero che invece si continui con il 4-3-1-2 con Totti nel vecchio ruolo, anche se con questi uomini il meglio sarebbe íl 4-3-2-1, diciamo che ció che mi auguro di piú é di continuare a vedere un centrocampo a 3 lineare.


il cambio tattico vero c'è stato quando ha spostato menez dopo 20 minuti col basilea dietro le due punte libero di fare quello che vuole, con un centrocampo finalmente a 3...

secondo me con menez è meglio 2 punte fisse, senza menez preferisco 4-3-2-1, l'importante cmq con questi uomini è nn vedere piu' 4 a centrocampo in linea, al massimo va bene il rombo, col vertice alto che diventa il trequartista e ddr vertice basso che diventa anche quinto dietro quando serve


Hai colto il punto che ritengo fondamentale: mai piú centrocampo a 4 senza esterni, mai piú aberrazioni tattiche che non servono a niente e che sfruttano malamente gli uomini a disposizione. La Roma ha un fracco di centrocampisti non-esterni che sembrano fatti apposta per giocare in un centrocampo a 3 (non zemaniano...), l'unico centrale-centrale é Pizarro, gli altri, compreso De Rossi, sono adatti per non dire adattissimi al rombo (perfino Rodrigo ci si puó adattare). Viceversa sulla disposizione dei 3 attaccanti ed anche sulla scelta dei nomi, sarei molto piú duttile, va bene in ogni caso il turn-over non programmato e andrá bene anche qualche panchina per il Capitano.
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Messaggioda thedice » mercoledì 10 novembre 2010, 13:53

fedro_on_the_moon ha scritto:Per rispondere a Carlo: i giocatori adesso corrono perche` sanno cosa fare. Cerci, Guberti e Andreolli hanno sempre corso con le loro squadre pur avendo fatto la preparazione con la Roma.


vero..diciamo anche che chi ci giocava contro tra l'altro ci ha agevolato non correndo a sua volta... ;-P ;-P ;-P
The Dice
Immagine
Avatar utente
thedice
Mago del Forum 2013/14
 
Messaggi: 4126
Iscritto il: mercoledì 13 luglio 2005, 11:10
Località: Ostia Lido

Messaggioda ygghur » mercoledì 10 novembre 2010, 14:27

thedice ha scritto:
fedro_on_the_moon ha scritto:Per rispondere a Carlo: i giocatori adesso corrono perche` sanno cosa fare. Cerci, Guberti e Andreolli hanno sempre corso con le loro squadre pur avendo fatto la preparazione con la Roma.


vero..diciamo anche che chi ci giocava contro tra l'altro ci ha agevolato non correndo a sua volta... ;-P ;-P ;-P


Notazione non banale quella di Fedro, se non ricordo male anch'io in tempi non sospetti, quando molti parlavano di problema fisico, preferivo parlare di confusione tattica (neanche la spiegazione "blocco mentale" mi ha mai convinto), una confusione che sembra infine dipanata. L'unica vera scusante di Ranieri é stata quella degli infortuni o della forma ancora non ottimale di chi veniva da infortuni (es: Simplicio) e non é una bazzecola, per il resto cose come togliere Menez alla fine del primo tempo pure se era stato il migliore in campo non si possono scusare in alcuna maniera. Una cosa che ho capito di Ranieri é che é un cacadubbi e quindi meno scelte ha, paradossalmente, meglio é. Credo che nei recessi della sua mente speri che ogni volta manchino 2/3 giocatori in modo da poter giustificare le sue scelte senza troppi giri di parole e fare il turn-over senza offendere nessuno.
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Messaggioda stargazer » mercoledì 10 novembre 2010, 16:31

Il cambio tattico è evidente. Con l'abbondanza di centrocampisti centrali è folle giocare con 2 esterni che non sono esterni. Per inciso, la partita più brutta della stagione secondo me è stata a Napoli, dove mister Tentenna ha schierato una difesa a 3 e un centrocampo se non ricordo male prima a 4 e poi a 5. Cose dell'altro mondo...
Per aspera ad astra
Avatar utente
stargazer
Amministratore
 
Messaggi: 7241
Iscritto il: giovedì 30 dicembre 2004, 13:22
Località: Firenze


Torna a L'angolo tattico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron