Prove di tridente? Speriamo...

Per gli appassionati di tattica: formule, cifre, schemi. Siamo tutti allenatori!

Moderatore: SpiderMax

Prove di tridente? Speriamo...

Messaggioda ygghur » martedì 20 luglio 2010, 16:02

Siamo al 20 luglio, la preparazione é iniziata da poco, la rosa non è ovviamente quella che si presenterá ai nastri di partenza e quindi fare valutazioni sulla “nuova” Roma è un po’ prematuro e lungi da me prendere come base per discorso la goleada contro i dilettanti di Riscone. Tuttavia, visto che finiti i Mondiali gli argomenti la titano, si possono pur lanciare delle ipotesi, anche perché, e non a caso ho messo le virgolette, non è che questa Roma sia particolarmente nuova e non lo dico certo sottovalutando l’arrivo dell’ottimo Simplicio né tantomeno quello della presunta scommessa Adriano, lo dico perché l’ossatura è la stessa e la base su cui partire solida. Julio Sergio, Riise, Juan, Pizarro, De Rossi, Vucinic, Totti, parlando di titolari fissi, Cassetti, Taddei e Perrotta, parlando di prime riserve (mie valutazioni) danno certezze inerodibili, mentre sono pronto a scommettere, oltre che sulla rinascita di Adriano, anche sul rilancio di Mexes e la definitiva affermazione di Menez (Jerry, a quanto pare, per Ranieri, buon segno il nomignolo…). Parlavo poco tempo fa con un romanista piú romanista di me ma dalle idee poco chiare, che si chiedeva come avrebbe potuto giocare la Roma con Adriano. Facile, dissi, 4-3-3 con Pizarro, De Rossi e uno fra Simplicio, Perrotta, Taddei, Totti centravanti, Vucinic largo a sinistra e Adriano che parte da destra per poi andare, ovviamente, dovunque lo porti il suo istinto da attaccante di razza pura. Il mio interlocutore saltó sulla sedia, ma io non vedevo e non vedo altra possibilitá, se si vuole trarre vantaggio dall’avere questo tipo di giocatore, partendo dall’ovvio presupposto che Totti gioca e basta e che non far giocare Vucinic dopo lo splendido ¾ di stagione sarebbe un’eresia. Mi ha fatto quindi molto piacere leggere che il primo esperimento di Ranieri è stato proprio questo, addirittura azzardando Menez a centrocampo, ipotesi che personalmente mi manda in sollucchero, ma che temo rimarrá un sogno estivo e che Adriano, nei limiti della sua attuale condizione, ha fatto o cercato di fare proprio quello che ci si aspettava, soprattutto non pestare i piedi a Totti, come non poteva non fare il suo inetto predecessore. Ovviamente Ranieri ha fatto e fa giornalmente altri esperimenti, alcuni naturalmente piú conservatori, come è giusto che sia, ma mi pare di poter allargare un sorriso notando il fatto che in nessuno sia previsto la presenza di meno di 3 attaccanti di ruolo, sticazzi se poi nel presunto 4-4-2 Vucinic figura “alla Delvecchio”, mica che poi gli è vietato l’ingresso in area! Allora io dico buon lavoro Claudio e, ti prego, non fare troppo il conservatore, facci divertire, ricordati che a Roma la maggioranza dei tifosi vuole innanzitutto divertirsi, emozionarsi con una squadra che si impone, che cerca di prevalere sull’avversario, i risultati ovviamente contano, ma non sono la prima cosa e poi, pragmatismo per pragmatismo, lo spettacolo, con certi giocatori è assicurato tout-court, i risultati, come ben sappiamo, non lo sono mai, quindi meglio dire “giochiamo bene e d’attacco che poi punti arrivano”, piuttosto che “facciamo i punti che dopo possiamo permetterci anche di giocare bene”. Io prego laicamente di vedere non solo per caso i 4 Moschettieri tutti insieme e spero che Ranieri non faccia il Capello.
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Re: Prove di tridente? Speriamo...

Messaggioda thedice » martedì 20 luglio 2010, 16:25

ygghur ha scritto:Siamo al 20 luglio, la preparazione é iniziata da poco, la rosa non è ovviamente quella che si presenterá ai nastri di partenza e quindi fare valutazioni sulla “nuova” Roma è un po’ prematuro e lungi da me prendere come base per discorso la goleada contro i dilettanti di Riscone. Tuttavia, visto che finiti i Mondiali gli argomenti la titano, si possono pur lanciare delle ipotesi, anche perché, e non a caso ho messo le virgolette, non è che questa Roma sia particolarmente nuova e non lo dico certo sottovalutando l’arrivo dell’ottimo Simplicio né tantomeno quello della presunta scommessa Adriano, lo dico perché l’ossatura è la stessa e la base su cui partire solida. Julio Sergio, Riise, Juan, Pizarro, De Rossi, Vucinic, Totti, parlando di titolari fissi, Cassetti, Taddei e Perrotta, parlando di prime riserve (mie valutazioni) danno certezze inerodibili, mentre sono pronto a scommettere, oltre che sulla rinascita di Adriano, anche sul rilancio di Mexes e la definitiva affermazione di Menez (Jerry, a quanto pare, per Ranieri, buon segno il nomignolo…). Parlavo poco tempo fa con un romanista piú romanista di me ma dalle idee poco chiare, che si chiedeva come avrebbe potuto giocare la Roma con Adriano. Facile, dissi, 4-3-3 con Pizarro, De Rossi e uno fra Simplicio, Perrotta, Taddei, Totti centravanti, Vucinic largo a sinistra e Adriano che parte da destra per poi andare, ovviamente, dovunque lo porti il suo istinto da attaccante di razza pura. Il mio interlocutore saltó sulla sedia, ma io non vedevo e non vedo altra possibilitá, se si vuole trarre vantaggio dall’avere questo tipo di giocatore, partendo dall’ovvio presupposto che Totti gioca e basta e che non far giocare Vucinic dopo lo splendido ¾ di stagione sarebbe un’eresia. Mi ha fatto quindi molto piacere leggere che il primo esperimento di Ranieri è stato proprio questo, addirittura azzardando Menez a centrocampo, ipotesi che personalmente mi manda in sollucchero, ma che temo rimarrá un sogno estivo e che Adriano, nei limiti della sua attuale condizione, ha fatto o cercato di fare proprio quello che ci si aspettava, soprattutto non pestare i piedi a Totti, come non poteva non fare il suo inetto predecessore. Ovviamente Ranieri ha fatto e fa giornalmente altri esperimenti, alcuni naturalmente piú conservatori, come è giusto che sia, ma mi pare di poter allargare un sorriso notando il fatto che in nessuno sia previsto la presenza di meno di 3 attaccanti di ruolo, sticazzi se poi nel presunto 4-4-2 Vucinic figura “alla Delvecchio”, mica che poi gli è vietato l’ingresso in area! Allora io dico buon lavoro Claudio e, ti prego, non fare troppo il conservatore, facci divertire, ricordati che a Roma la maggioranza dei tifosi vuole innanzitutto divertirsi, emozionarsi con una squadra che si impone, che cerca di prevalere sull’avversario, i risultati ovviamente contano, ma non sono la prima cosa e poi, pragmatismo per pragmatismo, lo spettacolo, con certi giocatori è assicurato tout-court, i risultati, come ben sappiamo, non lo sono mai, quindi meglio dire “giochiamo bene e d’attacco che poi punti arrivano”, piuttosto che “facciamo i punti che dopo possiamo permetterci anche di giocare bene”. Io prego laicamente di vedere non solo per caso i 4 Moschettieri tutti insieme e spero che Ranieri non faccia il Capello.


:clap: :clap: :clap:

Ranieri è romano...l'ambiente lo conosce mejo de tutti... :)
The Dice
Immagine
Avatar utente
thedice
Mago del Forum 2013/14
 
Messaggi: 4124
Iscritto il: mercoledì 13 luglio 2005, 11:10
Località: Ostia Lido

Messaggioda carlomatt » mercoledì 21 luglio 2010, 9:30

Bah, l'anno scorso le tre punte (Totti, Toni, Vucinic) non davano equilibrio, non vedo perchè quest'anno con Adriano (che corre anche meno di Toni) le cose dovrebbero andare diversamente: puoi giocare così contro i boscaioli sudtirolesi ma se ti presenti a Milano con il tridente ti fanno a fette.
Io sono dell'idea che raramente vedremo Adriano e Totti giocare insieme, a meno che Vucinic non vada in panchina e sulla fascia giochi Simplicio o De Rossi.
Insomma al 4-3-3 non ci credo proprio.
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 14968
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Messaggioda fedro_on_the_moon » mercoledì 21 luglio 2010, 9:38

carlomatt ha scritto:Bah, l'anno scorso le tre punte (Totti, Toni, Vucinic) non davano equilibrio, non vedo perchè quest'anno con Adriano (che corre anche meno di Toni) le cose dovrebbero andare diversamente: puoi giocare così contro i boscaioli sudtirolesi ma se ti presenti a Milano con il tridente ti fanno a fette.
Io sono dell'idea che raramente vedremo Adriano e Totti giocare insieme, a meno che Vucinic non vada in panchina e sulla fascia giochi Simplicio o De Rossi.
Insomma al 4-3-3 non ci credo proprio.


Perche` Adriano corre molto piu` di Toni. Ranieri lo ha detto espressamente in conferenza stampa che ad Adriano piace partire da destra per accentrarsi, metre Toni e` uno che aspetta in avanti.

Detto questo Ranieri ha anche chiarito che il tridente e` solo un modo di giocare e non sara` utilizzato costantemente. Non sono tutti mono-modulo come Spalletti.
roma - brasile 1, roma - resto del mondo 1, lazio - merda x"... (Lorenzo)
Avatar utente
fedro_on_the_moon
 
Messaggi: 5052
Iscritto il: mercoledì 18 maggio 2005, 18:49
Località: Cambridge, UK

Messaggioda ygghur » mercoledì 21 luglio 2010, 9:54

Il punto é sempre lo stesso: dare o non dare per scontato che Adriano ritorni Adriano. Io lo dissi tempo fa che avrei parlato sempre dandolo per scontato ed in questa ottica non vedo il problema di giocare con Vucinic-Totti-Adriano, visto che quest'ultimo é 10 volte piú mobile di Toni, 100 volte piú tecnico e non si pesta i piedi con Totti. Che senso ha ingaggiare e non in prestito Adriano per fargli giocare solo (o quasi) le partite che salta Totti (che fra l'altro sembra intenzionato a saltarne ben poche...)? Naturalmente, come giustamente rimarchi, non é che 38 partite su 38 devi giocare allo stesso modo e poi il 4-3-3 puó essere anche mascherato, ma vogliamo o non vogliamo una Roma che mette paura invece di farsela sotto?
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9236
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

Messaggioda zarco » mercoledì 21 luglio 2010, 10:00

fedro_on_the_moon ha scritto: Detto questo Ranieri ha anche chiarito che il tridente e` solo un modo di giocare e non sara` utilizzato costantemente. Non sono tutti mono-modulo come Spalletti.


flessibilita' = intelligenza

aggiungo che se vucinic si "sacrifica" da "tornante" allora non parlerei neanche di tridente.

l'inter di milito, eto'o e pandev e' un esempio fresco e successful
zarco
 
Messaggi: 652
Iscritto il: venerdì 26 ottobre 2007, 3:07

Messaggioda Ciccio Pallino » mercoledì 21 luglio 2010, 15:19

zarco ha scritto:
l'inter di milito, eto'o e pandev e' un esempio fresco e successful


mah..io parlei invece di vecchi esempi de ruberia...chiunque scenda in campo.
Ciccio
Imperatore d'Oriente

Finche se magna, se viaggia e se canta, va tutto alla grande!
http://www.youtube.com/user/renzobkk
Is not about the final destination. It is all about the journey !
Avatar utente
Ciccio Pallino
 
Messaggi: 3484
Iscritto il: mercoledì 18 maggio 2005, 18:05
Località: Bangkok


Torna a L'angolo tattico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron