Elezione presidente FGCI 2018

Tutto quello che non è Roma.

Moderatore: SpiderMax

Elezione presidente FGCI 2018

Messaggioda caligola » domenica 14 gennaio 2018, 5:09

ROMA - Questo fine settimana è il termine ultimo per presentare le candidature ufficiali alla presidenza della Figc. Le elezioni per eleggere il nuovo presidente della Figc che dovrà rilanciare il calcio italiano dopo la mancata qualificazione ai Mondiali di Russia 2018, si terranno il 29 gennaio.

IL VALORE DEI VOTI
Ad eleggere il presidente federale sono i 279 delegati in rappresentanza delle società che fanno parte della Lega Serie A, della Lega Serie B, della Lega Pro e della Lega Nazionale Dilettanti. Poi ci sono i delegati dell'Associazione italiana calciatori, dell'Associazione italiana allenatori e dell''Associazione italiana arbitri. La differenza è nel "valore" di ciascuna lega o associazione: i voti di alcuni pesano più di quelli di altri. Il complesso dei voti spettanti ai delegati è pari a 516, così suddivisi: la serie A ha 20 delegati, e il voto di ciascuno ne vale 3,09 per una somma complessiva del 12%. Poi ci sono 22 delegati della Serie B che valgono 1,17 a voto, ovverro il 5% del totale, I 60 della Lega Pro complessivamente spostano il 17% del totale (1,46), ma il vero bacino di voti (34%) arriva dai 90 delegati della Lega Nazionale Dilettanti (1,95 a voto). Infine ci sono i 52 dell'Assocalciatori che pesano il 20%, i 26 degli allenatori il 10%, i 9 degli arbitri, il 2%.

IL CONTEGGIO PER L'ELEZIONE DEL NUOVO PRESIDENTE
Il presidente della Figc viene eletto al primo turno se ottiene i tre quarti dei voti. Se si va al secondo turno sono necessari i due terzi, mentre al terzo scrutinio basta la maggioranza assoluta dei voti.

I CANDIDATI UFFICIALI ALLA PRESIDENZA DELLA FIGC
Attualmente i candidati ufficiali sono il presidente dell'Aic Damiano Tommasi, il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina e Cosimo Sibilia, indicato dalla Lega Nazionale Dilettanti. La Serie A, per parola del commissario Carlo Tavecchio, è senza candidato ufficiale, ma il presidente della Lazio Claudio Lotito starebbe raccogliendo consensi e avrebbe già in mano l'ok di 11 presidenti su 20. La sua candidatura però dovrà essere ufficializzata entro domenica 14 gennaio.


Alla luce di questi numeri al momento quello con piu probabilita sembra Cosimo Sibilia che era il vice di Tavecchio e garantirebbe il mantenimento delle vecchie sporche abitudini.

Tommasi per ora credo possa contare su Assocalciatori ed Assoallenatori quindi 20+10=30% mentre Sibilia parte gia da un 34% ed essendo anche amico di Lotito non avra difficolta a recuperare un ulteriore 16%+1

Assisteremo al solito teatrino con Lotito che bracca gli elettori fin dentro la cabina di voto... d'altronde gli conviene fare l eminenza grigia e pilotare la federazione senza esporsi... sputtanato un presidente (Tavecchio) puo sempre sostituirlo con un sodale (Sibilia) e continuare a beneficiare dei suoi privilegi dietro le quinte.

Inviato dal mio SM-T520 utilizzando Tapatalk
"Io prendo la mia preda, la colloco qui, mi reco in posti solitari, a cooontatto con la naturaaaa, la distendo su queste morbide poltronee... e pò ma' n'groppo! Alé, sotto un'altra!"
Avatar utente
caligola
Moderatore
 
Messaggi: 6812
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 14:16
Località: Legio V Gaunica Auxiliares

Re: Elezione presidente FGCI 2018

Messaggioda carlomatt » lunedì 15 gennaio 2018, 12:11

Ma c'è ancora la Federazione dei Giovani Comunisti Italiani? Mi riporti ai tempi del liceo!

O forse parli dellla FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio? L'unica speranza è che non riescano a mettersi d'accordo per commissariare la Federazione ma, visti i personaggi che la frequentano Cosimo Sibilia (figlio del presidente dell'Avellino anni 70-80) ce la farà con ampio margine. E ce la farà coi voti di Ulivieri, sempre pronto a soccorrere i vincitori.
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 15270
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Re: Elezione presidente FGCI 2018

Messaggioda Ciccio Pallino » lunedì 15 gennaio 2018, 13:27

carlomatt ha scritto:Ma c'è ancora la Federazione dei Giovani Comunisti Italiani? Mi riporti ai tempi del liceo!


Ad una FGCI si rispondeva con altre 4 lettere FUAN :D

A parte i scherzi... siamo un paese a livello sud america anni 70....sceneggiate e basta... che pochezza... :cry: :cry: :cry: :cry:
Ciccio
Imperatore d'Oriente

Finche se magna, se viaggia e se canta, va tutto alla grande!
http://www.youtube.com/user/renzobkk
Is not about the final destination. It is all about the journey !
Avatar utente
Ciccio Pallino
 
Messaggi: 3564
Iscritto il: mercoledì 18 maggio 2005, 18:05
Località: Bangkok

Re: Elezione presidente FGCI 2018

Messaggioda caligola » mercoledì 24 gennaio 2018, 3:31

ROMA - Non è cambiato nulla. Il 13 novembre ci hanno cacciato via dai Mondiali di Russia, Tavecchio ci ha rimesso il posto in Figc, si sono candidati addirittura in tre per prendere il suo posto (Gravina, Sibilia e Tommasi), l'asta dei diritti tv è stata un flop, la Lega di A è commissariata da nove mesi con Malagò che se potesse spazzerebbe via tutti. Eppure tutto rischia di tornare come prima. Ieri la Lega di A quasi eleggeva Tavecchio come suo presidente e venerdì Urbano Cairo, che si vuole ritagliare un ruolo da protagonista, tenterà il colpo, mettendo d'accordo amici e nemici. Mettendo Tavecchio appunto alla presidenza, facendo l'accordo con Lotito (che si è riappacificato con l'ex numero del calcio) e piazzando l'avvocato spagnolo Javier Tebas, ora presidente della Liga, come ad. Insomma, un colpo da maestro. Che potrebbe anche riuscire. Il Coni d'altronde sollecita e i venti presidenti, messi alla corde, potrebbe seguire il piano di Cairo.

Prima c'erano i riformisti, Agnelli con Cairo e la Roma, tutti contro Lotito. Ma ora rischia di saltare tutto. Ecco cosa prevede, nel dettaglio, il Piano del patron del Toro. Il commissario Carlo Tavecchio "scade" proprio il 29: lui sarebbe ben felice di fare il presidente della Lega di A (immaginatevi Malagò...), si sta muovendo da tempo e molti club pare siano intenzionati ad appoggiarlo. Basta una spintarella. Anche Lotito spinge da tempo per votare in Lega prima che arrivi un altro commissario, per il semplice motivo che vuole tornare in consiglio federale (il sogno è fare il vicario Figc). E Cairo, come detto, caldeggia l'assunzione, per oltre un milione all'anno più benefit, di Javier Tebas, ora n.1 della Liga di Spagna. Ma c'è qualche problemino: Tabes ha pessimi rapporti con Fifa e Uefa, e si è opposto, durante le riunioni delle Leghe europee, ai quattro club italiani in Champions. Tanto amico del calcio italiano non è, ma lo stipendio, si sa, fa gola. E c'è un altro aspetto: Mediapro ha fatto un' offerta come intermediario per i diritti tv del campionato, Mediapro è legata a Tebas e ai diritti tv spagnoli.

Tutto normale? Se il piano di Cairo va a segno, allora il cerchio si chiude così: Tavecchio presidente di Lega, Tebas ad, Lotito e Fassone consiglieri federali, Marotta, Giulini, Percassi, Romei e Lotito consiglieri di Lega. Una grande coalizione. Poi bisognerà vedere se diventeremo davvero come la Liga di Spagna, lì è più complicato. Ma l'importante è fare in modo che nulla cambi e chi è uscito dalla porta rientri subito da un'altra parte, con tutti gli onori.


Inviato dal mio SM-T520 utilizzando Tapatalk
"Io prendo la mia preda, la colloco qui, mi reco in posti solitari, a cooontatto con la naturaaaa, la distendo su queste morbide poltronee... e pò ma' n'groppo! Alé, sotto un'altra!"
Avatar utente
caligola
Moderatore
 
Messaggi: 6812
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 14:16
Località: Legio V Gaunica Auxiliares


Torna a Calcio & Sport

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti

cron