Acciaccati, infortunati, malati

La A.S.Roma in tutti i suoi aspetti: società, squadra, partite e tutto ciò che riguarda i colori giallorossi.

Moderatore: SpiderMax

Re: Acciaccati, infortunati, malati

Messaggioda Ranieri » mercoledì 15 febbraio 2017, 0:07

Roma in ansia per Alessandro Florenzi. Il centrocampista della Roma, che sta recuperando dall'infortunio al ginocchio sinistro, si è nuovamente fermato per un problema all'articolazione, operata lo scorso ottobre per la rottura del legamento crociato. Nella seduta odierna di allenamento con la Primavera il giocatore ha subìto un trauma distorsivo.

Florenzi, come informa la Roma in una nota ufficiale, resterà a riposo per i prossimi due giorni e sarà sottoposto a cure antalgiche. Nella giornata di venerdì sono invece previsti esami strumentali ed un consulto specialistico presso con il prof. Pierpaolo Mariani.

(asroma.com)



ma che palle!!!
De Rossi: «A Pjanic vorrò sempre bene»
Avatar utente
Ranieri
Mago Euro
 
Messaggi: 4583
Iscritto il: lunedì 8 agosto 2005, 22:33
Località: Argentoratum

Re: Acciaccati, infortunati, malati

Messaggioda carlomatt » venerdì 17 febbraio 2017, 13:26

VILLA STUART, l’inviato –Alessandro Florenzi, dopo il nuovo infortunio subìto martedì durante l’allenamento con la Primavera, si è sottoposto a nuovi controlli dal professor Mariani a Villa Stuart. Il medico, che lo operò già ad ottobre, ha confermato i timori dopo la risonanza al ginocchio sinistro: rottura del legamento crociato anteriore e nuova operazione già in mattinata. Florenzi era arrivato a Villa Stuart con la moglie, ad attenderlo in clinica Alessandro Cardini, il fisioterapista che lo ha seguito in questi mesi (Maldive comprese), e il medico sociale della Roma, Del Vescovo. Mariani, una volta effettuata la risonanza – il ginocchio era molto più sgonfio rispetto a martedì – ha deciso di operarlo subito, sia per una questione medica, sia per una questione mentale. Nonostante Florenzi sia arrivato in clinica senza stampelle, con la sua auto, e all’apparenza di buonumore, la diagnosi di Mariani è stata una batosta tremenda. Meglio, allora, intervenire subito, con un’artroscopia divisa in due fasi: la prima, diagnostica, e poi l’intervento vero e proprio per la ricostruzione del legamento. Il rientro in campo è previsto a settembre, 11 mesi dopo il primo infortunio, quello contro il Sassuolo.
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 15067
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Re: Acciaccati, infortunati, malati

Messaggioda caligola » venerdì 17 febbraio 2017, 17:12

Florenzi, Mariani: «È stata sfortuna, i tempi di recupero non sono stati affrettati»

Il professor Pier Paolo Mariani ha parlato dell'intervento cui si è sottoposto Alessandro Florenzi nella mattinata di oggi.

In che condizioni ha trovato il ginocchio di Florenzi?
«Ottime, non scherzo. A parte la rottura acuta del trapianto, lui aveva avuto una rottura del crociato, una rottura del menisco esterno, una rottura del menisco interno, la prima volta. Oggi ho ritrovato i menischi perfettamente guariti, il legamento era perfettamente guarito e s’è rotto».

Infortunio casuale o per altri problemi?
«Non ci sono altri problemi, ma c’è l’elemento sfortuna. Devo usare un’altra parola, più comprensibile: non ho la pretesa di fare dei robocop dopo che li opero. Io opero persone normali e faccio un trapianto in modo che, grosso modo, è come quello del Padre Eterno, un pochino meno perché non ho questa pretesa. Si rompe quello e si rompe questo. Ci sono giocatori che appena rientrano si rompono l’altro crociato. Qui si sta allenando un portiere di cui non faccio il nome, ma lo conoscete, che si è rotto l’altro ginocchio. L’intervento non dà la garanzia che il ginocchio sia più forte di quello del Padre Eterno. Purtroppo a questo non posso arrivare ancora, ma mi sto impegnando»​.

I tempi di recupero sono stati affrettati?
«No, assolutamente no. Sono i tempi di Ruediger, Mario Rui, Capradossi. Sono i tempi classici. Il giocatore era in perfette condizioni il primo o il 2 febbraio. Era perfetto. Nessuno di voi ha tamponato? E non avete ritamponato?»

Si allungano i tempi di recupero?
«C'è un bollettino, i tempi sono leggermente più lunghi. Sono tempi leggermente più lunghi ma grosso modo Florenzi rispetterà i tempi».

(Per il dottor Riccardo Del Vescovo, il medico della Roma)
La dinamica dell'infortunio?
«Si stava allenando con la Primavera e mi allaccio al discorso del professore perché è stato un gesto fortuito, è andato in rotazione con la gamba ancorata al terreno di gioco. Questo ha prodotto un trauma acuto e il legamento si è rotto di nuovo».
"Io prendo la mia preda, la colloco qui, mi reco in posti solitari, a cooontatto con la naturaaaa, la distendo su queste morbide poltronee... e pò ma' n'groppo! Alé, sotto un'altra!"
Avatar utente
caligola
Moderatore
 
Messaggi: 6715
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 14:16
Località: Legio V Gaunica Auxiliares

Re: Acciaccati, infortunati, malati

Messaggioda carlomatt » domenica 24 settembre 2017, 23:40

Tumminello si è rotto il crociato e domani mattina verrà operato a villa Stuart. Prima di lui toccherà a Milik del Napoli che si è rotto il legamento dell'altro ginocchio, non quello infortunato un anno fa.

Inviato dal mio Redmi 3 utilizzando Tapatalk
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 15067
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Re: Acciaccati, infortunati, malati

Messaggioda caligola » lunedì 25 settembre 2017, 0:39

La maggior parte degli stadi italiani fa schifo oltre che nelle strutture anche nei campi da gioco. L olimpico stesso ha un prato che è sotto gli occhi di tutti, quest anno, con Roma e lanzie in coppe europee, sara calpestato ogni 3 giorni senza soste per quasi una intera stagione. E anche altri campi non sono messi meglio. Aggiungiamoci che il calcio tende a spremere i muscoli molto di piu oggi rispetto agli anni 80... oggi chi ha tendini e legamenti geneticamente piu fragili paga pegno

Inviato dal mio SM-T520 utilizzando Tapatalk
"Io prendo la mia preda, la colloco qui, mi reco in posti solitari, a cooontatto con la naturaaaa, la distendo su queste morbide poltronee... e pò ma' n'groppo! Alé, sotto un'altra!"
Avatar utente
caligola
Moderatore
 
Messaggi: 6715
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 14:16
Località: Legio V Gaunica Auxiliares

Re: Acciaccati, infortunati, malati

Messaggioda carlomatt » lunedì 25 settembre 2017, 9:30

Non credo che sia un problema di campi o di stadi, il problema è che i muscoli dei giocatori sono molto più sviluppati di quanto lo erano negli anni 70 ed 80, la preparazione atletica è molto più sofisticata e si lavora molto con i pesi. Risultato: i muscoli crescono ma i legamenti no e quindi sono molto più sollecitati e soggetti a lesioni e rotture.
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 15067
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Precedente

Torna a La Roma

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti

cron