Topic sul nuovo stadio

La A.S.Roma in tutti i suoi aspetti: società, squadra, partite e tutto ciò che riguarda i colori giallorossi.

Moderatore: SpiderMax

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda caligola » lunedì 4 dicembre 2017, 21:52


(ANSA) – ROMA, 4 DIC – E’ stata aggiornata a domani alle 15 laConferenza dei servizi sullo Stadio della Roma, nella sede dellaRegione Lazio di via del Giorgione. I rappresentanti di Stato,Regione, Città Metropolitana, Roma Capitale hanno affrontato itemi relativi ad ambiente, paesaggio, urbanistica e ‘serviziinterferenti’ ma alcuni argomenti sono stati rimandati a domani,come la proprietà delle aree e alcuni aspetti commerciali. “Oggiè andata bene. Abbiamo esaminato le prescrizioni – ha detto ilrappresentante dello Stato Carlo Notarmuzi – ormai siamo indirittura di arrivo ma non credo ci siano più temi che possanocompromettere il buon esito della Conferenza dei servizi”. “Qualcosa è stata rinviata a domani – ha detto MassimilianoSieni, avvocato della Città Metropolitana – stiamo andandoavanti. Bisogna fare coerenza tra una prescrizione e l’altra”.Nella sessione di domani, che dovrebbe essere l’ultima, sarannotrattate le tematiche di mobilità e viabilità, infrastrutture eservizi, oltre ai temi residui.
"Io prendo la mia preda, la colloco qui, mi reco in posti solitari, a cooontatto con la naturaaaa, la distendo su queste morbide poltronee... e pò ma' n'groppo! Alé, sotto un'altra!"
Avatar utente
caligola
Moderatore
 
Messaggi: 6894
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 14:16
Località: Legio V Gaunica Auxiliares

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda carlomatt » martedì 5 dicembre 2017, 13:32

Il povero Caltagirone non si rassegna: dal Messaggero di oggi:

Vie di fuga, progetto stadio da rivedere. Sicurezza dei tifosi a rischio

Il ponte di Traiano è fondamentale per assicurare all’impianto e al centro direzionale e commerciale le vie di fuga in caso di pericoli

Il Governo ha dichiarato che lo Stato si accollerà i costi di costruzione del Ponte di Traiano, il collegamento sul Tevere che originariamente avrebbe dovuto essere pagato interamente dai privati, scrive “Il Messaggero“. Invece verrà finanziato con le risorse pubbliche destinate all’Anas. Va capito però se i cantieri pubblici terranno il passo dei cantieri privati legati allo stadio. Quel ponte, oltre alla viabilità, è fondamentale per assicurare all’impianto e al centro direzionale e commerciale le vie di fuga in caso di pericoli. Senza il collegamento di Traiano, i criteri generali di sicurezza vanno completamente rivisti.

Stadio, il 50% degli spettatori dovrebbe arrivare con i mezzi pubblici

Appena 45 milioni per la malandata Roma-Lido. Per arrivare a un treno ogni 5 minuti sarebbe necessario un investimento da 400 milioni. L’800% in più rispetto a quanto sborserebbero i privati

Il Campidoglio era stato chiaro: per accendere il semaforo verde all’operazione Tor di Valle, è necessario che il 50% dei tifosi raggiunga lo stadio con i mezzi pubblici. Impossibile che questa previsione venga rispettata con i pochi fondi per i trasporti messi sul piatto dai privati, scrive “Il Messaggero“: appena 45 milioni per la malandata Roma-Lido, la peggiore ferrovia d’Italia. Secondo i francesi di Ratp, che gestiscono la metropolitana di Parigi, per arrivare a un treno ogni 5 minuti sulla Roma-Lido sarebbe necessario un investimento da 400 milioni. L’800% in più rispetto a quanto sborserebbero i privati. La Regione dal canto suo ha stanziato 180 milioni, ma verrebbero spalmati sull’intera tratta, non solo nelle fermate intorno a Tor di Valle. Anche i tempi di realizzazione sono tutti da valutare.


Stadio, collegamento con l’Eur in stand-by ma per l’impianto è indispensabile

Il Ponte dei Congressi è ancora impantanato in un iter dall’esito incerto, eppure senza di lui tutta la viabilità di quel quadrante di Roma andrebbe in tilt

Bocciato a inizio anno dal Consiglio superiore dei lavori pubblici, il progetto del Ponte dei Congressi è ancora impantanato in un iter dall’esito incerto. Gli elaborati sono stati riscritti e si attende di nuovo il vaglio della conferenza dei servizi e del massimo organo tecnico dello Stato, scrive “Il Messaggero“. Una procedura complessa e totalmente slegata dalla vicenda Tor di Valle, che però dovrebbe magicamente concludersi insieme all’operazione legata al nuovo stadio. Altrimenti tutta la viabilità di questo quadrante di Roma – che va dall’Eur al Torrino, alla Magliana – andrebbe in tilt.
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 15333
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda caligola » martedì 5 dicembre 2017, 14:17

Il Messaggero continuera a fare terrorismo anche dopo l approvazione del progetto, durante il lavori e per anni a seguire dalla messa in funzione dell area... io ripeto da un pezzo che la asRoma dovrebbe seriamente rivedere le sue strategie riguardo ai media dell informazione.

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
"Io prendo la mia preda, la colloco qui, mi reco in posti solitari, a cooontatto con la naturaaaa, la distendo su queste morbide poltronee... e pò ma' n'groppo! Alé, sotto un'altra!"
Avatar utente
caligola
Moderatore
 
Messaggi: 6894
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 14:16
Località: Legio V Gaunica Auxiliares

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda carlomatt » martedì 5 dicembre 2017, 17:57

Altri rompicoglioni:

Ore 16.15: Il Codacons ha avanzato richiesta di rigettare il progetto. Questa la nota pubblicata:

“Siamo favorevoli alla costruzione dello Stadio e non è certo in discussione l’utilità dell’opera pubblica da anni attesa dai romani. Riteniamo però che lo Stadio non si possa realizzare a tutti i costi, anche in presenza di elementi e condizioni che danneggiano la collettività. Questa operazione lascia molteplici e legittimi dubbi, sia di tipo etico che contabile. Infatti, non si comprendono le ragioni per cui si debba realizzare con soldi pubblici un’opera a completo beneficio di un’attività commerciale di una società, peraltro, quotata in borsa. Si apprende che il Mit starebbe valutando la possibilità di finanziare la nuova infrastruttura (del Ponte di Traiano) con fondi Cipe e, da notizie di stampa, emerge anche l’ipotesi di un emendamento-lampo alla legge di Stabilità. Dunque, un’opera interamente privata (comprensiva di un centro commerciale) finanziata da fondi pubblici che potrebbe dare il via ad una serie di richieste future di privati di ottenere finanziamenti per la propria opera mediante soldi pubblici, dato il precedente dello Stadio della Roma. Inoltre, resta aperto anche un ulteriore altro problema, di non poco conto: le tempistiche di realizzazione dello stadio e le tempistiche di realizzazione delle opere. Infatti, allo stato attuale, si prevede che lo Stato possa essere realizzato già entro settembre 2019, con contestuale apertura, mentre il potenziamento della ferrovia Roma-Lido con rifacimento della stazione di Tor di sarà realizzato in maniera indipendente dalla costruzione dello stadio e, altrettanto indipendenti saranno la costruzione del Ponte dei Congressi (attualmente, dopo 17 anni, ancora in fase autorizzativa il che, ovviamente, non lascia ben sperare) e la costruzione del Ponte di Traiano. Infine, non v’è traccia di una evidente fase istruttoria che colleghi l’impianto sportivo e la viabilità volta ad accertare i fatti e ad acquisire gli interessi, pubblici e privati, oggetto di valutazione da parte della P.A. ai fini dell’adozione di una decisione e della relativa motivazione. Pertanto, allo stato attuale, non vi sono i presupposti per garantire neanche che la realizzazione dell’opera avvenga in concomitanza con il potenziamento e miglioramento della viabilità, il che lascia spazio a molteplici dubbi e paure in ordine alla mancanza di infrastrutture che potrebbero garantire l’incolumità dei cittadini/tifosi e l’ordine pubblico durante lo svolgimento delle manifestazioni sportive”.

Quando però hanno regalato lo stadio Delle Alpi alla Juve per 99 anni permettendo loro di abbatterlo e ricostruirlo, con i parcheggi già fatti e tutta la rete di trasporti pagata dallo stato, loro dov'erano?
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 15333
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda caligola » martedì 5 dicembre 2017, 20:44

STADIO : APPROVATO IL PROGETTO DEFINITIVO!!!

:patpat: :leccaculo: :patpat: :leccaculo: :patpat: :leccaculo: :patpat: :leccaculo: :patpat: :leccaculo: :patpat: :leccaculo:

Immagine
"Io prendo la mia preda, la colloco qui, mi reco in posti solitari, a cooontatto con la naturaaaa, la distendo su queste morbide poltronee... e pò ma' n'groppo! Alé, sotto un'altra!"
Avatar utente
caligola
Moderatore
 
Messaggi: 6894
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 14:16
Località: Legio V Gaunica Auxiliares

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda caligola » martedì 5 dicembre 2017, 21:14

Si è conclusa con esito favorevole con prescrizioni la Conferenza dei Servizi: i giallorossi hanno ottenuto il sì definitivo per la costruzione del nuovo stadio. I lavori inizieranno nel primo trimestre del 2018, inaugurazione prevista nella stagione 2020-2021. Una vicenda cominciata nel lontano 2011, con l'arrivo della prima proprietà statunitense nella capitale: ecco tutte le tappe

NUOVO STADIO ROMA, VERTICE PALLOTTA-ZINGARETTI

SPALLETTI, BLITZ IN DIRETTA: "FAMO STO STADIO!"

ROMA, I BRINDISI POSSONO COMINCIARE: TRA 4 ANNI IL NUOVO STADIO

Giornata storica per il mondo della Roma: dalle istituzioni rappresentate nella Conferenza dei Servizi tenuta nella sede della Regione Lazio è arrivato l'ok per il nuovo stadio. L'iter del progetto approvato prevede una prescrizione sulla mobilità: prevista l'adozione della variante urbanistica da parte del Campidoglio. I lavori inizieranno nella prossima estate, nell'arco di tre anni l'impianto dovrebbe essere pronto.
"Io prendo la mia preda, la colloco qui, mi reco in posti solitari, a cooontatto con la naturaaaa, la distendo su queste morbide poltronee... e pò ma' n'groppo! Alé, sotto un'altra!"
Avatar utente
caligola
Moderatore
 
Messaggi: 6894
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 14:16
Località: Legio V Gaunica Auxiliares

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda carlomatt » mercoledì 6 dicembre 2017, 10:45

Il Messaggero di oggi:

Stadio, Legambiente e consumatori: “Solo un diluvio di cemento”

Le due entità continuano ad avere forti perplessità sul progetto

Non si è fatto attendere il controcanto di chi ha nutrito, e nutre ancora, forti perplessità sul progetto del nuovo impianto a Tor di Valle. Tra queste Legambiente: “Si spenderanno soldi pubblici per realizzare un ponte che serve solo lo Stadio – argomentano il presidente e il vice presidente Roberto Scacchi e Edoardo Zanchini – mentre la Roma-Lido rimarrà vergognosamente senza alcun miglioramento”. “Quello di Tor di Valle è un progetto che pagheremo permettendo un diluvio di centinaia di migliaia di metri cubi di cemento in un’area inedificabile e a rischio alluvioni – sottolineano i due esponente dell’associazione – Verificheremo poi come verrà rispettata la delibera che obbligava ad avere almeno la metà degli spettatori in arrivo con i mezzi pubblici, perché di mezzi pubblici in più non se ne vede l’ombra” come riporta Il Messaggero.

Di rischio “di un immenso danno patrimoniale per la collettività” parla il Codacons che ieri ha provato la mossa di presentare un’istanza formale alla conferenza dei servizi per chiedere “di rigettare il progetto relativo allo stadio”. L’associazione dei consumatori punta il dito “sui problemi di viabilità nell’area interessata e sulla costruzione del Ponte di Traiano. Questa operazione lascia molteplici e legittimi dubbi, sia di tipo etico che contabile. Infatti, non si comprendono le ragioni per cui si debba realizzare con soldi pubblici un’opera a completo beneficio di un’attività commerciale di una società”.

Quindi se si fa il ponte è solo per farci viaggiare Pallotta, Parnasi e Baldissoni, cinquantamila persone non è pubblico, le persone che andranno a lavorare negli uffici non è pubblico. Inoltre non mi risulta che abbiano detto una sola parola quando a Torino regalarono lo stadio Delle Alpi alla Juventus, con tutti i parcheggi già fatti, le strade ed i trasporti pagati dallo stato. Ma annate affanculo!
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 15333
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda caligola » venerdì 8 dicembre 2017, 18:56

Trattativa avviata tra Pallotta e Goldman Sachs per un finanziamento da oltre 300 milioni

Fonte: Milano Finanza

Per lo Stadio della Roma è arrivato ormai l'ok definitivo da parte della Conferenza dei Servizi, adesso James Pallotta può accelerare nella ricerca dei fondi necessari per la costruzione. Secondo quanto riportato da Milano Finanza, il patron giallorosso ha avviato una trattativa con Goldman Sachs per ottenere un finanziamento fondamentale per la realizzazione dell'impianto e delle altre opere collegate e complementari, a partire dagli oneri di urbanizzazione. Nello specifico, Pallotta vorrebbe ottenere una linea di credito intorno ai 300/400 milioni di euro. Una cifra ragguardevole che coprirebbe gran parte della spesa relativa all’avviamento del cantiere e alla costruzione dello Stadio da 52.000 posti
"Io prendo la mia preda, la colloco qui, mi reco in posti solitari, a cooontatto con la naturaaaa, la distendo su queste morbide poltronee... e pò ma' n'groppo! Alé, sotto un'altra!"
Avatar utente
caligola
Moderatore
 
Messaggi: 6894
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 14:16
Località: Legio V Gaunica Auxiliares

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda Ranieri » venerdì 8 dicembre 2017, 22:59

Du bruscolini


Envoyé de mon iPhone en utilisant Tapatalk
De Rossi: «A Pjanic vorrò sempre bene»
Avatar utente
Ranieri
Mago Euro
 
Messaggi: 4618
Iscritto il: lunedì 8 agosto 2005, 22:33
Località: Argentoratum

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda carlomatt » martedì 19 dicembre 2017, 11:06

Acea big sponsor del nuovo stadio e quartier generale a Tor di Valle

La trattativa, ancora in fase embrionale, è rigorosamente top secret. Pallotta chiede circa 10 milioni l’anno

Il 5 dicembre scorso la conferenza dei servizi ha dato il via libera alla costruzione dello Stadio della Roma a Tor di Valle. Uno dei nodi, l’ennesimo è legato, ai fondi per la realizzazione delle opere di interesse collettivo.

Il nome dell’impianto, come scrive Vitale su La Repubblica, sarà quello di Acea, lo sponsor che presto potrebbe acquistarne i diritti. Poco suggestivo per la tifoseria romanista, ma politicamente assai più significativo per i grillini che governano la città e, a cascata, la ricca utility dell’energia e dell’acqua.

La trattativa, ancora in fase embrionale, è rigorosamente top secret. A menare le danze con gli americani è il Mr Wolfe del Campidoglio, quel Luca Lanzalone che ha prima sbrogliato su ordine di Beppe Grillo la matassa burocratica che avviluppava il progetto ereditato dalla precedente amministrazione e poi, per ricompensa, è stato piazzato al vertice dell’unica società capitolina quotata in borsa. A patto però di proseguire col tutoraggio della giunta Raggi, specie sulle partite più delicate.

Lanzarone sta portando avanti il negoziato con Kaithlyn Colligan, direttore commerciale per l’Europa di Raptor Group di James Pallotta. La proposta del patron giallorosso, già avanzata ai tempi di Marino ma allora rispedita al mittente, prevede un accordo piuttosto complesso, che Lanzalone sta ora valutando con banche e advisor. Per trasformare in Acea Stadium la costruenda e ancora anonima arena di Tor di Valle, l’azienda controllata al 51% dal Campidoglio dovrà spendere all’incirca 10 milioni l’anno: la cifra necessaria a comprare e a mantenere l’intitolazione.

In compenso, Acea diventerebbe il fornitore ufficiale della cittadella romanista: la vicina centrale di produzione di energia — convertita al teleriscaldamento (district heating) dopo un lungo e costoso intervento di revamping — alimenterebbe infatti tutti i 212mila metri quadri di cubature previste. Oltre allo stadio, il business park, l’area commerciale, i parcheggi, annessi e connessi.

Ma non è tutto. Lanzalone, insieme all’ad Donnarumma, starebbe pure valutando un’altra mossa, la più azzardata: prendere in affitto una palazzina del business park dove trasferire, ma non prima di 4- 5 anni, tutti i dipendenti di Acea ora dislocati in quattro diversi edifici ( due a Piazzale Ostiense; altri due all’Eur), uno solo dei quali di proprietà. Siamo ai preliminari, eppure — a dispetto di qualche azionista — l’Acea Stadium sembra vicino.
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 15333
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda caligola » martedì 19 dicembre 2017, 12:36

Acea ha smentito ufficialmente

Inviato dal mio SM-T520 utilizzando Tapatalk
"Io prendo la mia preda, la colloco qui, mi reco in posti solitari, a cooontatto con la naturaaaa, la distendo su queste morbide poltronee... e pò ma' n'groppo! Alé, sotto un'altra!"
Avatar utente
caligola
Moderatore
 
Messaggi: 6894
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 14:16
Località: Legio V Gaunica Auxiliares

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda carlomatt » mercoledì 20 dicembre 2017, 10:11

Però si occuperà delle forniture di luce ed acqua con impianti fotovoltaici e ad emissioni zero. C'è in ogni caso un accordo che, nonostante le smentite potrebbe arrivare anche al naming rights.
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 15333
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda carlomatt » venerdì 5 gennaio 2018, 13:03

Ipotesi Salini per lo stadio della Roma

Il gruppo romano e colosso mondiale sarebbe ben posizionato per aggiudicarsi il futuro appalto dell’impianto

La Salini Impregilo sarebbe ben posizionata per aggiudicarsi il futuro appalto dello Stadio della Roma. Il condizionale è d’obbligo perché di deciso non c’è nulla e il progetto è ancora in una fase molto embrionale. Ma il gruppo romano di Pietro Salini, ormai diventato un colosso mondiale dopo la scalata a Impregilo e dopo l’acquisizione dell’americana Lane, avrebbe messo nel mirino l’opera, ipoteticamente nella forma del general contractor; Come riportato nell’edizione odierna de “Il Sole 24 Ore“, ci sarebbero peraltro già stati dei contatti informali con James Pallotta. Si tratta però di un approccio estremamente preliminare e puramente informativo.

Grazie al tramite di Pallotta, Salini Impregilo avrebbe già incontrato Hunt, società di costruzione americana specializzata in stadi e con 60 anni di storia, che fa oggi parte del colosso statunitense Aecom, multinazionale di ingegneria e progettazione con sede a Los Angeles.

Per Salini, comunque, l’importo sarebbe tutt’altro che faraonico: si parla di un’opera da circa 400 milioni di euro, per un gruppo che ha un portafoglio ordini di quasi 30 miliardi e ne fattura 6. Ma avrebbe, ovviamente, un forte valore simbolico e “politico” per l’azienda e il patron.

Oddio! E ora chi lo dice a Caltagirone? Se entra in ballo la Salini al povero Caltagirone non gli concederanno nemmeno la costruzione di un paio di marciapiedi.
La stupidità degli altri mi affascina. Ma preferisco la mia.
Avatar utente
carlomatt
Amministratore
 
Messaggi: 15333
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2004, 11:58
Località: Aurelia Valley

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda caligola » venerdì 6 aprile 2018, 17:31

IL TEMPO (F. M. MAGLIARO) - La variante urbanistica per lo Stadio della Roma di Tor di Valle si avvicina sempre di più. Dopo la notizia che Il Tempo ha anticipato nei giorni scorsi dell’accordo raggiunto fra Campidoglio e proponenti – niente Ponte di Traiano ma nuovi disegni sugli accessi alla via del Mare/Ostiense unificata sia dal Raccordo che dal futuro Ponte dei Congressi al «costo» di 3,5 milioni di euro coperti dalla rinuncia alla copia delle tribune dell’ippodromo – «consacrato» in una riunione interna ristrettissima cui hanno partecipato il direttore generale, Franco Giampaoletti, e i direttori dei dipartimenti Urbanistica, Cinzia Esposito; Lavori Pubblici, Fabio Pacciani; e Mobilità, Gianmauro Nardi. Ora il Comune si sta muovendo il più in fretta possibile per procedere con la pubblicazione dell’intero dossier «a fini urbanistici». L’obiettivo è quello di arrivare alla pubblicazione vera e propria entro la fine della settimana entrante, più probabilmente entro la metà della stessa, mercoledì 11 o giovedì 12. Siamo alle limature finali, alla raccolta delle ultime cartelle e tavole prima del grande balzo: dal giorno della pubblicazione inizierà l’iter la cui conclusione è prevista per la metà di luglio. Prima trenta giorni in cui le carte – l’intero dossier come modificato dalle prescrizioni della Conferenza di Servizi di novembre/dicembre scorso con il verbale di chiusura della Conferenza stessa – saranno pubblicate, poi altri trenta per consentire a cittadini, associazioni e comitati di poter presentare i loro emendamenti al progetto (tecnicamente «osservazioni»), quindi altri trenta per gli uffici per predisporre l’istruttoria con il parere su ogni osservazione presentata (tecnicamente «controdeduzioni»).

Terminati questi tre mesi, si andrà al voto in Aula Giulio Cesare dove i consiglieri comunali dovranno votare su ogni singola «osservazione con controdeduzione» presentata per poi procedere al voto finale. Dopo il voto, se qualche osservazione fosse stata accolta sarà necessario riscrivere le carte progettuali inserendo le modifiche accettate, dopo di che si trasmetterà tutto in Regione per l’ultimo passaggio, la determina di Giunta con cui si dà esecuzione alla variante che diventa effettiva. Se nessuna osservazione sarà accolta, si passerà direttamente in Regione. A latere, mentre ci sono questi tempi morti sull’iter della variante, proponenti e Campidoglio lavoreranno al testo della Convenzione Urbanistica (l’importantissimo contratto fra pubblico e privato che regola ogni aspetto della costruzione dell’impianto) che dovrà essere ratificato dal voto del Consiglio: si punta a votare le controdeduzioni e la Convenzione nelle stesse sedute per non perdere ulteriore tempo. Compiuto questo duplice passaggio – controdeduzioni alla variante e convenzione – la società As Roma avrà in mano i titoli per iniziare le prime opere (bonifiche, archeologia) e, contemporaneamente, per procedere con le gare europee per le opere di interesse pubblico (via del Mare/Ostiense, ponti ciclopedonali, fosso del Vallerano, pontili, videosorveglianza, parco fluviale). Gare che difficilmente porteranno via meno di un semestre per essere assegnate. Se tutto va bene, quindi, e a netto di possibili ricorsi, sarà necessario pazientare un anno per vedere, entro la prossima primavera, la posa della prima vera pietra dello Stadio.


Per me la prima pietra sarà quando tireranno giu il paraboloide iperbolico di Lafuente :dance:
"Io prendo la mia preda, la colloco qui, mi reco in posti solitari, a cooontatto con la naturaaaa, la distendo su queste morbide poltronee... e pò ma' n'groppo! Alé, sotto un'altra!"
Avatar utente
caligola
Moderatore
 
Messaggi: 6894
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 14:16
Località: Legio V Gaunica Auxiliares

Re: Topic sul nuovo stadio

Messaggioda ygghur » martedì 10 aprile 2018, 13:58

Pallotta dixit:
STADIO DELLA ROMA - Pallotta ha rilasciato una battuta anche sullo stadio che suona come un avvertimento: «Ho degli incontri su questo. In fin dei conti, se non accelerano il tutto non avremo uno stadio e noi non saremo qui. I tifosi dovrebbero dire alle istituzioni di accelerare. Siamo vicini alla chiusura, ma se tutto va oltre il 30 giugno, o luglio, ci vorrà un altro anno e non avremo uno stadio. Non possiamo permettercelo, nessuno può. Abbiamo già speso più di 60 milioni sullo stadio, nessuno sa questo. Si parla dei soldi spesi sul mercato per i calciatori, ma c’è altro. Sono stati spesi 65 se non 70 milioni per lo stadio. Non si può continuare a spendere soldi in questo modo quando non hai un ritorno, quindi abbiamo bisogno di uno stadio e in tempo».

Una sola parola di commento: allucinante! Se non altro se non é proprio cazzone adesso si vedrá se mantiene la parola, visto che non credo proprio l iter sará completato secondo I suoi desideri e non ce li vedo migliaia di tifosi che vanno sotto il Campidoglio da quella cogliona della Raggi a spingere per favorire l esito!
Avatar utente
ygghur
Mago del forum
 
Messaggi: 9607
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 18:02
Località: Roma/Alberone

PrecedenteProssimo

Torna a La Roma

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron